Tommaso Napoli - 11 aprile 2011


Giappone, ad un mese dalla catastrofe, nuovo terremoto 7.1

Giappone, ad un mese dalla catastrofe, nuovo terremoto 7.1

Giappone, ad un mese dalla catastrofe, nuovo terremoto 7.1

Giappone. 11 aprile 2011. Ad un mese esatto di distanza dalla scossa di terremoto di 8.9 di magnitudo che ha provocato uno tsunami, che portò alla morte 27.000 persone, il Giappone viene colpito da una nuova forte scossa di terremoto 7,1 gradi Richter. Il sisma, dice l’istituto di geofisca americano Usgs, è avvenuto alle 17:17 (le 10:17 in Italia) con epicentro sulla terraferma a soli 13 km di profondità nella zona di Iwaki, nella prefettura di Fukushima, a 81 km dalla centrale nucleare, procurando la momentanea interruzione dell’alimentazione elettrica ai reattori 1, 2 e 3. Molti del personale sono subito corsi ai ripari allontanandosi della Tepco al lavoro per domare la radioattività.

L’allarme tsunami è scattato per un tratto di costa fra le prefetture di Fukushima e quella di Miyagi, ma è stato revocato subito dopo, un po’ come accadde qualche giorno fa. Un portavoce della Tepco, assicurando che non ci sono nuove conseguenze negative per l’impianto ha affermato che “L’iniezione di acqua per raffreddare i tre reattori (1,2 e 3 di Fukushima) si è arrestata quando l’alimentazione elettrica si è interrotta”. La corrente è stata poi ripristinata in breve tempo ed è ripreso il pompaggio dell’acqua. Intanto il governo ha deciso di estendere il raggio di evacuazione della popolazione attorno a Fukushima, per ora fermo a 20 km.

Yukio Edamo, segretario del governo, ha fatto il nome del villaggio di Iitate, a 40 chilometri dalla centrale, parte della città di Kawamata e altre zone, come una zona che potrebbe accumulare 20 millisievert o più in un anno: “Non c’è bisogno di evacuare immediatamente“. Edamo non ha però voluto fornire ulteriori precisazioni.

Il primo ministro, Naoto Kan, infine, ha inviato a vari quotidiani del mondo un messaggio di gratitudine per la solidarietà verso il Giappone: “In un momento disperato, gente di tutto il mondo s’è stretta a noi, ispirandoci speranza e coraggio”. Tutto ciò avveniva un paio d’ore prima del nuovo terremoto, quando il nord-est del Giappone si è fermato per un minuto per ricordare la catastrofe dell’11 marzo nell’ora esatta in cui partì la grande scossa, le 14:46 (le 07:46 in Italia)

Ecco il video della nuova scossa di terremoto che ha colpito il Giappone:

Giappone, ad un mese dalla catastrofe, nuovo terremoto 7.1

Per Cataniavera, Tommaso Napoli

Leggi anche:

1 Commento pubblicato. Vuoi partecipare alla discussione? Invia il tuo commento!

  1. Maverhick 12 aprile 2011 at 01:07 -

    Cavolo! Ma non è possibile ancora… poverini!

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.