Tommaso Napoli - 25 aprile 2011


Ligabue, Campovolo 2.0: forse doppia data

Ligabue, Campovolo 2.0: forse doppia data

Ligabue, Campovolo 2.0: forse doppia data.

Campovolo, 25 aprile 2011. (cataniavera.it). Ligabue, Campovolo 2.0: forse doppia data. E’ il concerto più atteso del 2011. Stiamo parlando proprio di lui, “Campovolo 2.0“. Luciano Ligabue si esibirà per la seconda volta a Campovolo, il 16 luglio 2011, nella sua amata Reggio Emilia. Per questa occasione i posti sono stati limitati a 100.000, a causa delle polemiche per un audio fuori norma. Ecco cosa dichiara in proposito il manager del Liga: “Grazie al nuovo palco a specchio questa volta nessuno rimarrà deluso dall’audio”. Anche Luciano ha voluto rilasciare qualche parola in merito all’audio: “Scrissi anche una lettera di scuse, per questo. Ma siamo pazzi, lo rifacciamo: ma con un palco solo, e per sole 100 mila persone, perché ci sia audio per tutti. Però allora fu un evento, e ci fu il dvd forse più venduto nella storia della musica italiana”. Continua Liga parlando del concerto: “Abbiamo grande confidenza con questo luogo. Ci ho pensato per la prima volta vedendo gli U2. Sarà una grande festa a casa nostra per me e gli altri musicisti, per ricordarci quanto ci piace suonare. Io suonerei ovunque, non riesco a smettere, e poi a casa mi rompo, sul palco sto bene…”

Il rocker di Correggio starebbe pensando in questi giorni di esaudire le richieste dei tantissimi esclusi dalla prima serata con un concertone replica. L’attuale prevendita sta procedendo con grande successo e gli organizzatori starebbero quindi pensando a un’altra data per duplicare il già attesissimo concerto “Campovolo 2.0”.

Campovolo 1.0 (2005): giunto al quindicesimo anno di attività, Ligabue voleva celebrare quell’importante tappa con una produzione grandiosa, tentando ciò che nessuno aveva mai fatto. Così mesi prima del concerto iniziarono a seguirsi voci riguardanti l’evento, fino a quando, con un comunicato ufficiale, Ligabue rendeva pubblica la sua intenzione di tenere un concerto nell’area dell’aeroporto di Reggio Emilia. Le prevendite dei biglietti iniziano il 4 maggio e la vendita dei biglietti supera tutte le più rosee aspettative della produzione. Intanto i lavori per allestire la location procedono senza sosta per andare a costruire la più grande “zona da concerto” di sempre. Nei piani del cantante e di tutta la produzione c’è l’intenzione di “avvolgere” il pubblico col suono, grazie ad un sistema audio innovativo. La produzione prevedeva infatti 4 palchi, sui quali Ligabue si è esibito, in 4 “esperienze” sonore diverse: sul palco principale con “La Banda”, sul palco “solo”, solamente lui, accompagnato dalla chitarra, sul palco acustico con Mauro Pagani, senza l’ausilio di strumenti elettrici e ritmici, sul palco vintage con la sua vecchia band, i ClanDestino, proponendo i suoi pezzi più vecchi, e l’ospite Daniele Moretto alla tromba.

Ligabue, Campovolo 2.0: forse doppia data

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.