Mirko La Rocca - 6 giugno 2011


Catania: arrestato professore, fa sesso con un alunno in albergo

Catania: arrestato professore, fa sesso con un alunno in albergo

Catania: arrestato professore, fa sesso con un alunno in albergo

CATANIA, 6 Giugno 2011 – La pedofilia ormai non lascia immune nessun settore. Dopo gli scandali della chiesa, in rete, arrivano anche gli educatori. Un altro scandalo sul maltrattamento dei minori, stavolta coinvolge un professo di Catania. Il 44enne professore, aveva portato l’alunno in un albergo di Reggio Calabria,  l’Hotel Palace Grimaldi di Cittanova. Lo scopo era quello di abusare del ragazzo e di avere rapporti sessuali con lui. Preso il flagranza di reato, la polizia lo ha arrestato. L’uomo è un professore di Cucina presso un Istituto alberghiero di Catania. Il reato è stato consumato la notte precedente all’arresto dell’uomo, che aveva portato il ragazzo in occasione della fiera “Cittanova Floreale”, dove pubblicizzava la sua attività di coltivatore e commerciante di The. Dopo esser stato arresto, il 44enne è stato portato nel super carcere di Palmi, in regime di isolamento. Speriamo in una giusta pena, e che casi di questo genere non si verifichino più, sopratutto perché a farci le spese non è colui che abusa, ma il ragazzo che subisce la violenza.

Mirko La Rocca

Leggi anche:

3 Commenti pubblicati. Vuoi partecipare alla discussione? Invia il tuo commento!

  1. alfredopacino 7 giugno 2011 at 18:02 -

    mi spiace ma devo dare ragione al nero (che nome di m, scusa eh)
    ‘La pedofilia ormai non lascia immune nessun settore’: letto l’incipit sono rimasto un attimo attonito. Si può parlare in questi termini solo se lavori a Giornale. Prendi i consigli del nero, che sottoscrivo, per quello che sono: critica costruttiva al solo scopo di migliorare.

  2. il nero 7 giugno 2011 at 09:25 -

    L’articolo è un concentrato di cattivo ragionamento e luoghi comuni come non se ne vedono (per fortuna) spesso.
    Del resto, il coraggio con cui può scrivere “la pedofilia non lascia immune altri settori”, conduce inevitabilmente a prodigi mirabolanti. Non so sulla base di cosa l’autore di un articolo di giornale possa permettersi di chiaccherare a braccio sul diritto penale italiano, ma suggerirei più ffreddezza, lucidità e attenzione alle categorie concettuali, prima di lanciarsi in sconclusionati frasi da bar

    • mirkolar 7 giugno 2011 at 13:12 -

      Poco dopo vengono menzionati due esempi dove ultimamente si sono verificati questi casi. Ovviamente non si vuol fare di tutta l’erba un fascio, ma l’accanimento io lo vedo nel tuo commento. Sta di fatto che viene difficile parlar bene o cmq difendere persone di qst genere. Mi spiace se pensi che siamo in un paese dove fatti di qst genere siano circoscritti a pochi settori. Non perché la stampa non ne parla, ma stanne certo che vi sono.

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.