Annamaria Balistrieri - 20 giugno 2011


Catania: ministeri non solo al nord

Catania: ministeri non solo al nord

Dopo la proposta della Lega di spostare al nord Italia alcuni ministeri, come ad esempio quello del Lavoro e quello dell’Industria, dal Codacons giunge anche una proposta, ma ad essere al centro dell’attenzione come possibile candidata ad accogliere altri ministeri è la Sicilia: “Tra l’Etna e il mare, le campagne e i boschi, Catania è certamente la sede italiana più indicata per il Ministero dell’Ambiente. Ragusa può benissimo diventare la sede del Ministero delle Politiche Agricole”…”Ne siamo cosi’ convinti – ha affermato il segretario nazionale del Codacons, Francesco Tanasi – che vogliamo portare in Parlamento la proposta di spostamento con il consenso dei parlamentari eletti in Sicilia e nel Sud che, ne siamo convinti, sosterranno le candidature. La proposta nasce dall’idea che, se i ministeri possono andare al Nord, allora dovranno venire anche al Sud, per dimostrare concretamente che l’Italia non è spaccata in due, che non ci sono figli e figliastri e che il Meridione non è soltanto un comodo bacino elettorale da cui attingere voti basati solo su promesse. Il Governo deve molto al la Sicilia e iniziare con lo spostamento del Ministero dell’Ambiente a Catania e quello delle Politiche Agricole a Ragusa potrebbe dare un segnale positivo di cambiamento”. A tal proposito sono state raccolte già 30 mila firme. Quella che era stata definita “l’ultima follia del Governo Berlusconi-Bossi”, si amplia quindi di nuove possibilità. Inutile dire che il Governatore della Regione Lazio si batterà invece per tenere tutti i ministeri a Roma.

Leggi anche:

1 Commento pubblicato. Vuoi partecipare alla discussione? Invia il tuo commento!

  1. mariano 28 giugno 2011 at 11:57 -

    ANTO’! FA CALDO…
    E se ne vedono e sentono gli effetti devastanti!
    Riusciremo ad acquisire una parvenza di serietà e intelligenza?

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.