Mirko La Rocca - 20 giugno 2011


Corsi di laurea a numero chiuso: novità punteggio minimo

Corsi di laurea a numero chiuso: novità punteggio minimo

Corsi di laurea a numero chiuso: novità punteggio minimo

CATANIA, 20 Giugno 2011 – Anche quest’anno ci sono novità per quanto riguarda l’accesso ai corsi di laurea a numero chiuso. Da ricordare che a Catania quasi tutte, o proprio tutte, le facoltà sono a numero chiuso. Questa mattina il ministro dell’istruzione, ha reso noto i nuovo decreto che riguarda i corsi di laurea a numero chiuso. Le novità più importanti riguardano il tesi di Medicina e Odontoiatria. La prova sarà unica per entrambi e si svolgerà in tutta Italia il prossimo 5 Settembre. Avendo un test unico, si da maggiore possibilità di entrare in uno dei 2 corsi. Infatti negli anni passati, chi magari non aveva raggiunto un punteggio idoneo per medicina, poteva entrare come punteggio in odontoiatria. Adesso questo è possibile.

Un altro importante punto, riguarda il punteggio minimo. Fino all’anno scorso le graduatorie di ogni singola facoltà, permettevano di far entrare a tutti coloro che rientravano nel numero di posti messi a concorso dal ministero. Da quest’anno, invece, non sarà più cosi. Chi non raggiungerà almeno 20 punti su 80 massimi, non sarà inserito in graduatoria. In questo modo non potrà accedervi in ogni caso. Invece non è passata la graduatoria nazionale, che secondo la Gelmini, permetteva di fare un unico test valido per tutte le facoltà d’Italia in modo tale da permettere l’inserimento più facile. Ha comunque unito qualche facoltà per sperimentare ciò. Ad esempio i test di veterinaria, che saranno il 6 Settembre, potranno valere contemporaneamente per Bologna, Milano, Parma e Padova. Stessa cosa per Teramo e Camerino. Per medicina sono stati aggregati Udine e Trieste. Per il sud sono stati aggregati per ingegneria/architettura solo Napoli e Salerno.

Mirko La Rocca

Leggi anche:

  • Nessun articolo simile

2 Commenti pubblicati. Vuoi partecipare alla discussione? Invia il tuo commento!

  1. mirkolar 20 giugno 2011 at 18:53 -

    SI parla di facoltà di tutt’italia. Ovviamente è da prendere come esempio il punteggio da Medicina ad Odontoiatria. In altri luoghi può essere il contrario, come ben dici tu. E poi dono le graduatoria per entrare all’ateneo e la facoltà in cui si sostiene, mi pare ovvio.

  2. Mary 20 giugno 2011 at 18:32 -

    “Avendo un test unico, si da maggiore possibilità di entrare in uno dei 2 corsi. Infatti negli anni passati, chi magari non aveva raggiunto un punteggio idoneo per medicina, poteva entrare come punteggio in odontoiatria. Adesso questo è possibile.” Come sarebbe a dire? negli anni passati per entrare a odontoiatria(con test diversi) serviva un punteggio nettamente superiore a medicina, visti i pochi posti!!….
    “Fino all’anno scorso le graduatorie di ogni singola facoltà, permettevano di far entrare a tutti coloro che rientravano nel numero di posti messi a concorso dal ministero.” Far entrare dove???? Grazie per le future(e legittime) delucidazioni.

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.