Tommaso Napoli - 9 maggio 2012


Cancro, un tumore su sei causato da infezioni curabili

Cancro, un tumore su sei causato da infezioni curabili

Cancro, un tumore su sei causato da infezioni curabili

Da una ricerca su scala globale pubblicata sulla rivista The Lancet Oncology da Catherine de Martel e Martyn Plummer dell’Agenzia Internazionale per la ricerca sul Cancro in Francia, è emerso che un tumore su sei potrebbe essere prevenuto o curato con semplici farmaci. Le infezioni causano ogni anno quasi 2.000.000 di nuovi casi di cancro di cui l’ottanta per cento si regista nei paesi sottosviluppati dove si hanno già problemi seri di povertà ed epatite varie. Prendendo in esame il 2008, più di 7 milioni sono morti a causa di un tumore, di cui almeno 1,5 potevano essere prevenibili o curabili perché causati da qualche infezione. Andiamo a vedere quali sono le infezioni più comuni che possono portare al cancro: papillomavirus, da epatite B e C, helicobacter pilori. Il primo fa riferimento alle donne e può portare il cancro al collo dell’utero, ma per il papillomavirus esiste un vaccino (in Italia, viene somministrato gratuitamente alle bambine tra l’undicesimo e il dodicesimo anno di età), lo stesso vale per i virus all’apparato digerente dell’uomo (sarebbe possibile evitare una gran parte delle forme di virus all’apparato digerente combattendo l’helicobacter pylori con collaudate terapie a base di antibiotici). Di seguito tutti i dati in percentuale dello studio sui tumori prevenibili e curabili.

Dati finali della ricerca sui tumori prevenibili
Il 16% di tutti tumori nel mondo è legato a un’infezione
Il 22,9% è da attribuire ai paesi sottosviluppati
Il 7,4% è da attribuire al nord del Mondo
Australia e Nuova Zelanda sono i paesi con meno casi di tumori (3,3%)
Con il 32,7% dei casi di cancro legati a infezioni troviamo l’Africa sub-Sahariana

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.