Tommaso Napoli - 29 novembre 2012


Beppe Grillo in ‘Colpo di Stato all’italiana’ direttamente dal suo blog

Beppe Grillo in 'Colpo di Stato all'italiana' direttamente dal suo blog

Beppe Grillo in ‘Colpo di Stato all’italiana’ direttamente dal suo blog

Beppe Grillo continua a far sentire la sua voce e quella del suo Movimento 5 Stelle, tramite il suo blog, e questa volta con un post in cui ci mette in guardia da un avvenimento che starebbe già verificandosi sotto i nostri occhi: “In Italia è in atto un colpo di Stato progressivo“. Esordisce così nel messaggio del 29 novembre 2012. “La fine della democrazia un passo alla volta, per abituare il cittadino al cambiamento”. “Il primo passo fu la legge Calderoli voluta e utilizzata da tutti i partiti nonostante le sceneggiate di facciata del pdmenoelle. I parlamentari sono diventati “di nomina”, come i cavalieri antichi, di 5 segretari di partito. Non più preferenze da parte degli elettori, ma, con una liberalità assoluta, amici, amanti, mogli, compari, avvocati di fiducia, sodali a cui fare evitare la galera. Il secondo colpetto è avvenuto con la nomina di Rigor Montis (inserito a forza nel Parlamento come senatore a vita per meriti sconosciuti) a presidente del Consiglio senza che il precedente governo fosse sfiduciato dal Parlamento in aula. Un fatto mai successo prima. Un precedente inquietante. E ora il terzo colpetto di Stato, nessuno sa quando si voterà, se ci sarà l’election day, con quale legge elettorale, con che circoscrizioni, se ci saranno premi e premiolini e chi lo deciderà. Nulla di nulla a pochissimi mesi dalle elezioni, mentre Napolitano a fine mandato estende le sue prerogative di garanzia della Repubblica a sovraintendente della prossima legislatura. Il prossimo presidente deve essere Monti, nessuna coalizione deve vincere, nessun governo politico dovrà guidare la Nazione, la legge elettorale in gestazione con Calderoli in qualità di legislatore, estrema beffa e presa per il culo degli italiani, va disegnata per escludere ogni possibilità di vittoria del M5S e riproporre la minestra riscaldata della coalizione Pdl, pdmenoelle, udc con la new entry Sel. Un governissimo dei partiti in cui governa un altro, un cosiddetto “tecnico” (ma di che?) scelto dalla BCE”.

E ancora: “Chi ha portato allo sfascio il Paese si esibisce in televisione e concede interviste ai giornali proponendosi come il nuovo che avanza, senza pudore, senza vergogna invece di scomparire dalla circolazione! Ridono nei salotti, con il riso di Franti, i responsabili della disoccupazione, della svendita del Paese, della corruzione (mai una legge), della mafia (con cui lo Stato ha trattato), del conflitto di interessi (mai una legge), del debito pubblico con cui hanno rovinato l’Italia e riempito le tasche delle lobby, della distruzione delle imprese, di una pressione fiscale inumana e degli stipendi più bassi d’Europa. Non potete essere sia la malattia, sia la cura”.

Ed infine: “Neppure Stalin o Mao hanno avuto la vostra faccia di bronzo, di cambiare le regole del gioco all’ultimo minuto dichiarando che è per la democrazia. Ci vediamo (comunque) in Parlamento. Sarà un piacere”.

Leggi anche:

2 Commenti pubblicati. Vuoi partecipare alla discussione? Invia il tuo commento!

  1. bielli natale 30 novembre 2012 at 21:02 -

    VI AMMIRO E SONO CON VOI PER QUANTO RIGUARDA I POLITICI.MA MI DATE UNA SPERANZA PER QUANTO RIGUARDA IL LAVORO?
    VOLETE CHIUDERE TUTTO,RAFFINERIE,FABBRICHE,EDILIZIA,CHE
    DOBBIAMO CHIEDERE L’ELEMOSINA AI CINESI?
    è QUESTO CHE VOLETè.
    ADDIO ITALIA.

  2. salvo ciciulla 30 novembre 2012 at 15:04 -

    Cerchiamo di spiegare agl’indecisi perché
    devono votare il M5S.Sono più di vent’anni che vediamo le stesse faccie in parlamento,i capi e quelli che aspirano ad esserlo,li vediamo alla télé ogni sera,da vent’anni,sempre gli stessi discorsi,sempre le stesse promesse.Chiamiamo dittatore una persona che governa un popolo per più di vent’anni,senza portare miglioramenti ai suoi sudditi.In ITALIA,in questo simile lungo periodo,abbiamo visto avvicendarsi al potere una ventina di “CAPI”con i loro seguaci che ci hanno portato in ginocchio in quest’Europa,e tutto questo,noi,siamo obblicati a chiamarla “DEMOCRAZIA”.Non potremo evitare,nel 2013,l’elezione di alcuni di questi “CAPI” per il semplice fatto che hanno dei seguaci fedeli per interesse o altro,però possiamo metterli in minoranza dando massivamente il nostro voto al M5S.Questi corrotti sono potenti,hanno i soldi per comperare tutto,anche il potere e una volta avuto il potere ,ricominciano a fare soldi.Non hanno mai diminuito i loro stipendi,malgrado tutte le promesse che hanno fatto.Hanno bisogno di tanto danaro,per pura avidità e perché devono alimentare i loro seguci che assicurano con il voto le loro poltrone.DOBBIAMO SPEZZARE QUESTA CATENA.Chi non da importanza a questo stato di cose,non fa il propio interesse ne quello dei suoi figli.Abbiamo un movimento che ha dato già esmpio in SICILIA di cosa é capace.Facciamo in modo che il successo sia esponenziale,non c’é nulla da temere,non rischiamo niente.Il M5S é formato da gente onesta,che non farà mai gli errori dei predecessori.Mandiamo a casa chi ci ha messo in ginocchio,non ascoltiamo più il loro “canto delle sirene”.

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.