Redazione - 13 dicembre 2012


Fine del mondo 21 dicembre 2012, profezie Maya e cerchi nel grano

Fine del mondo 21 dicembre 2012, profezie Maya e cerchi nel grano

Fine del mondo 21 dicembre 2012, profezie Maya e cerchi nel grano

Nell’antichità vi era una popolazione in possesso di profonde conoscenze. Una popolazione che ha tramandato di generazioni in generazioni i messaggi nel tempo. Una popolazione di cui profezie con il passare del tempo hanno iniziato sempre più a prendere forma: questa popolazione viene chiamata Maya. Il loro calendario viene studiato da decine di ricercatori e sono in molti a sostenere che al suo interno vi è più di un messaggio profetico anche se la sua decifrazione è ancora incompleta. La loro convinzione era che il tempo fosse ciclico: ogni 5125 anni termina un’era e di conseguenze se ne apre un’altra, questo almeno secondo i loro studi. Secondo i Maya e non solo quest’evento si compirebbe il 21 dicembre 2012. In questa data dovrebbero avvenire cambiamenti non solo nel nostro pianeta ma anche nell’uomo.

Negli ultimi decenni nel sud dell’Inghilterra si sono e si manifestano tutt’ora, cerchi nel grano, ma incredibilmente negli ultimi anni i cerchi compaiono con delle figure rappresentanti il popolo dei Maya. E’ possibile che una popolazione aliena vuole dirci qualcosa in merito ai Maya attraverso i cerchi nel grano? Alcuni ignorano tali figure ma se si trattasse di un nuovo tentativo di comunicazione? La maggior parte delle persone crede che si tratti di segni provenienti da umani, ovvero uno scherzo ben orchestrato nonostante la complessità di tali cerchi comparsi in una sola notte. Ma nel 2007 è accaduto qualcosa di incredibile e inaspettato che ha rilanciato la teoria che si tratti di una forma di comunicazione da parte di una civiltà aliena: la notte tra il 6 e il 7 luglio 2007 il ricercatore insieme ai suoi collaboratori hanno sistemato delle telecamere in una zona nel sud dell’Inghilterra famosa per la comparsa di cerchi nel grano.

Il ricercatore Gary King racconta: “siamo saliti sulla collina all’una di notte e lì il cameramen ci spiega che ha posizionato delle telecamere a raggi infrarossi e all’1 e 35 si vede chiaramente come non ci sia nulla nel grano, nessun segno. Ci sediamo e chiacchieriamo fino alle 3. Appena dopo le 3 vediamo un grande fascio di luce bianco nel cielo e dopo la luce dalla durata di 3,5 millisecondi, vediamo attraverso la telecamera che è apparso un grandissimo disegno nel grano”.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.