Redazione - 24 febbraio 2013


Inter-Milan, formazioni ufficiali in campo (Serie A 2012-13) [risultato finale 1-1]

Inter-Milan, formazioni ufficiali in campo (Serie A 2012-13) [risultato finale 1-1]

Inter-Milan, formazioni ufficiali in campo (Serie A 2012-13) [risultato finale 1-1]

Ecco le formazioni ufficiali che scendono in campo nel derby, Inter-Milan, valido per la 26a giornata del campionato di calcio di Serie A 2012-13. Massimiliano Allegri dovrà fare a meno di Constant, infortunatosi in allenamento, al suo posto il giovane Mattia De Sciglio. In attacco confermato il trio Boateng, Balotelli, El Sharaawy. Per l’Inter un centrocampo a due con Gargano e Cambiasso davanti la difesa e Alvarez, Cassano e Guarin a suggerire per Palacio. Andiamo a leggere le formazioni in campo e le ultime dichiarazioni dei due allenatori…

Inter-Milan, formazioni ufficiali in campo
Inter in campo con il 4-2-3-1 con Handanovic; Zanetti, Ranocchia, Juan Jesus, Nagatomo; Cambiasso, Gargano; Guarin; Cassano, Alvarez; Palacio. I nerazzurri sono allenati da Andrea Stramaccioni.

Il Milan risponde con un 4-3-3 con in porta Abbiati; poi Abate, Zapata, Mexes, De Sciglio; Nocerino, Montolivo, Muntari; Boateng, Balotelli, El Shaarawy. Rossoneri allenati da Massimiliano Allegri.

Andrea Stramaccioni: “Tra titolari e panchina non se se riusciremo ad arrivare a tre difensori centrali. Ma ce la vogliamo giocare. Non avremo paura. Le condizioni di Chivu e Ranocchia saranno determinanti per comporre la formazione. Ranocchia al momento è più no che sì. Gioca solo se non rischia. E se Andrea non ce la fa, dovremo chiedere a Chivu un sacrificio, e fare di necessità virtù. Ma in ogni caso, chiunque giocherà, non faremo calcoli. E proveremo a vincere. Possono esserci esclusioni eccellenti. Questo non vuole dire che Cassano non giocherà. Ma seguirò le mie idee, per mettere in campo l’Inter migliore. Le convocazioni le farò solo domani”.

Massimiliano Allegri: “Mario sa bene che atmosfera troverà. Sarà preso di mira dagli avversari. Sarà una prova di maturità perché deve pensare solo a giocare e placare i suoi istinti. Kevin è cresciuto e con lui tutta la squadra; ha straordinarie qualità fisiche e mette in evidenza quelle tecniche se sta bene. Rispetto agli altri ha una gamba completamente diversa”.

Leggi anche:

1 Commento pubblicato. Vuoi partecipare alla discussione? Invia il tuo commento!

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.