Redazione - 7 febbraio 2013


Sanremo 2013: Chiara Galiazzo canta Tiromancino e Baustelle e presenta un album di grandi firme

Sanremo 2013: Chiara Galiazzo canta Tiromancino e Baustelle e presenta un album di grandi firme

Sanremo 2013: Chiara Galiazzo canta Tiromancino e Baustelle e presenta un album di grandi firme

La vincitrice dell’ultima edizione di X Factor, Chiara Galiazzo, si presenterà sul palco di Sanremo con due canzoni scritte da due grandi della musica italiana: Federico Zampaglione dei Tiromancino e Francesco Bianconi dei Baustelle. “Le trovo molto belle”, dichiara la Galiazzo, “l’esperienza dell’amore affronta un tema, quello dell’amore, che sono restia a cantare, ma è costruita in modo inusuale. E quello che sarà è un’ottima canzone”. “Durante la serata di Sanremo Story canterò da sola. ‘Almeno tu nell’universo’ è probabilmente una dei quelle canzoni che è necessario cantare da soli. Non so ancora in che versione la farò, sarà dura, sto cercando di staccarmi da quel mito per farla mia. Ci sto pensando, speriamo vada bene. Sono molto preoccupata, quindi userò la tecnica di X Factor: mi faccio prendere dal panico giorno e notte e un’ora prima, fisso dei punti fermi e vado sul palco”. Intanto è già stata fissata la data di uscita (14 febbraio) del suo primo album, ‘Un posto nel mondo’, titolo scelto proprio dalla vincitrice di X Factor 6 Italia, album dalle grandi firme che oltre Federico Zampaglione e Francesco Bianconi, annovera anche Fiorella Mannoia, Neffa, Eros Ramazzotti, Ermal Meta (La fame di Camilla), Samuel dei Subsonica (in due brani), Dente e Diego Mancino: “‘Un posto nel mondo’ è il titolo che mi rappresenta di più, sto cercando il mio posto nel mondo, magari il primo passo è proprio questo disco”. “Sono davvero soddisfatta dell’album, ho voluto cantare testi che fossero vicini alla mia sensibilità, senza cadere nel rischio di cantare testi d’amore che non mi appartengono. Non volevo dire cose che normalmente, nella vita quotidiana, non direi. Altrimenti mi verrebbe da ridere perché non mi ci riconosco”. Tornando all’esordio sul palco del Teatro Ariston: “Applicherò il principio di X-Factor, guardare esclusivamente all’esibizione. Mi concentrerò per non fare brutte figure. Voglio che la gente dica che il Sanremo da big, anche se non mi sento una big, me lo sono meritata”.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.