Tommaso Napoli - 11 marzo 2013


Raffaella Fico a Verissimo: “farò il test del dna e lo renderò pubblico”

Raffaella Fico a Verissimo: "farò il test del dna e lo renderò pubblico"

Raffaella Fico a Verissimo: “farò il test del dna e lo renderò pubblico”

Raffaella Fico, ospite nel salotto di Verissimo, programma condotto da Silvia Toffanin, si è raccontata rivelando la sua verità sulla storia vissuta e finita in malo modo con Mario Balotelli, ma soprattutto di come il calciatore del Milan non abbia ancora voluto vedere la figlia, Pia Fico. Di seguito le parti più importanti dell’intervista con alcune domande della Toffanin…

“Da un giorno all’altro viene fuori con la richiesta del DNA, io credo che si stata una cosa irrispettosa per me come donna ma anche nei confronti di sua figlia. A prescindere dal fatto che per me non c’è nessun tipo di problema, io il test del DNA lo voglio fare ma ad oggi non sono stata chiamata da nessuno tanto meno da lui dopo tre mesi, non ha mai visto la bambina, non mi ha mai chiesto il test del DNA ed è stato lui ad esprimere la volontà di voler fare il test del DNA”. “Io come donna non lo avrei voluto fare però se quello fosse servito per far star bene la coppia, per farla vivere serena, allora lo avrei fatto”. “Se uno decide di mettere su famiglia con una persona… Io sono stata undici mesi con lui ma abbiamo convissuto perché io ero sempre a Manchester, dovevamo sposarci, avevamo tanti progetti insieme e il figlio lo avevamo progettato, ci abbiamo provato più di una volta. Anche il fatto stesso che mi tacciano di aver incastrato Mario, ma ragazzi siamo nel terzo millennio e ci sono le precauzioni e quindi si sa come non fare figli”.

Ma cosa pensi che lui voglia fare in futuro? La riconoscerà mai tua figlia?
“Quello che ti posso dire è che Mario dovrebbe prendere più in mano la sua vita e dovrebbe anche capire che il rispetto si acquista e la vera partita non è quella che lui gioca nel campo perché dura novanta minuti… La vera partita, dove un uomo è uomo è quella che vivi fuori, è la tua vita!”. “Non è semplice, devo fare sia da mamma che da padre, oggi è ancora presto essendo una bambina di tre mesi non ti devi porre il problema ma andando avanti un giorno dovrò spiegarle che non c’è un padre, dovrò spiegarle la situazione, dovrò dirle tutto e già questa cosa mi fa star male al pensiero che lei debba soffrire”. “Io in questo momento sono una ragazza madre però io penso che ci sono due tipi di ragazze madre: o lo fai per scelta o lo fai perché vieni abbandonata ed io non l’ho scelto di restare da sola e quindi sarà dura spiegare ad una bambina tutto questo”.

Quindi secondo te lui non tornerà mai sui suoi passi?
“Se lui facesse una cosa del genere lo farebbe principalmente per sua figlia perché è lui quello che non sa cosa si perde e comunque non è bello abbandonare una bambina. Lui l’ha voluta però poi non si è preso le sue responsabilità. Se tu fai delle dichiarazioni che vuoi il test del DNA e vuoi vedere se è tua figlia, io te lo faccio anche fare nonostante tu mi abbia umiliato pubblicamente, e allora chiamami, contattami! La mia bambina ha tre mesi ma nessuno mi ha mai chiamata per il DNA, ma mi vedo io costretta a farlo perché io lo voglio fare adesso e lo renderò pubblico nel momento in cui lo avrò fatto!”.

L’ultima volta che tu hai visto Mario è stato a Napoli quando lui è venuto a casa tua, tu avevi ancora il pancione e lui ti chiese di partire con lui a Manchester…
“Esatto, solo che il giorno dopo, come al solito è sparito!”. “Tante cose si superano quando ci sono di mezzo i bambini e quindi anche le cose che lui aveva fatto in passato sicuramente brutte e irrispettose tu le superi, lo fai per la volontà della tua bambina però lui il giorno dopo è sparito di nuovo”.

La Fico conclude l’intervista aprendo a Mario Balotelli: “Casa mia è sempre aperta per vedere la figlia”…

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.