Tommaso Napoli - 21 dicembre 2013


Italia al 70simo posto nel Mondo per la libertà di stampa

Italia al 70simo posto nel Mondo per la libertà di stampa

Italia al 70simo posto nel Mondo per la libertà di stampa

“Siamo al 70simo posto per la libertà di stampa nel mondo grazie a una serie di sovvenzioni dirette e indirette, all’occupazione militare dell’informazione” lo dice Beppe Grillo in un post titolato “I giornali mangiano sempre il panettone”. “Le ricche elemosine di Stato per il 2013 – continua il leader del Movimento 5 Stelle – non sono ancora note nel dettaglio, ma affinché il panettone che il Nipote mangia con avidità. I fondi per l’editoria vanno aboliti dal 2013”. E così “i soldi per l’editoria e per i giornali asserviti non mancano mai. Anzi, nel 2013 aumentano. E’ il miracolo italiano di Capitan Findus Letta: il rilancio della carta stampata. Un mercato che sta scomparendo in tutto il mondo, ma che in Italia, grazie alla lingua sovrasviluppata di una classe di pennivendoli, non conosce freni”.

Ecco le cifre che lo stato italiano verserà con la legge di stabilità all’editoria

Legge di stabilità per il 2013: 137 milioni di euro
Legge di stabilità per il 2014: 175 milioni di euro
Legge di stabilità per il 2015: 119 milioni di euro
Legge di stabilità per il 2016: 120 milioni di euro

I finanziamenti pubblici ai giornali percepiti nel 2012, la Top 10:
– Avvenire: 4.355.324 di euro
– Italia Oggi: 3.904.773 di euro
– L’Unità: 3.615.894 di euro
– Il Manifesto Quotidiano Comunista: 2.712.406 di euro
– Cronaca qui.it: 2.361.897 di euro
– La Padania: 2.001.468 di euro
– Il Foglio: 1.523.106 di euro
– Il Corriere Mercantile: 1.434.850 di euro
– Europa: 1.183.113 di euro
– Il Secolo d’Italia: 992.804 di euro

“Giornale vive se lettore compra – conclude Grillo – Se lettore non compra giornale chiude. E’ la legge del mercato che, per i giornalisti amici, non si applica mai”.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.