Filippo Mammì - 8 agosto 2014


Caso Pantani: la madre ricoverata in ospedale per stress

Caso Pantani: la madre ricoverata in ospedale per stress

Caso Pantani: la madre ricoverata in ospedale per stress

La madre di Marco Pantani, Tonina Belletti, è stata ricoverata in ospedale dopo aver avvertito un malessere; lo ha annunciato lei stessa con un post su Facebook, la sera di mercoledì: “Purtroppo non è stata una bella giornata, mi hanno ricoverato per troppo stress, il cuore fa i capricci”, ha scritto in calce alle sue ultime dichiarazioni. Secondo alcune fonti, la signora Pantani è prima andata al pronto soccorso di Cesenatico e da lì è stata portata a Cesena, presso l’ospedale Bufalini, per fare alcuni accertamenti in Cardiologia. La donna si trova già a casa, per fortuna. Forse, ad influire sulla sua condizione psico – fisica, determinandone il malessere, potrebbe essere stata una rissa al cimitero con un fotografo e la tensione per la riapertura dell‘inchiesta sulla morte del figlio Marco, oltre che tutti questi dieci anni di lotte e appelli; all’inizio, si era anche pensato ad un infarto. La mamma del ciclista, morto in circostanze ancora da chiarire, si era recata al cimitero sulla tomba del figlio, quando è stata avvicinata da alcuni cronisti e dal fotografo Stefano Cavicchi: comprensibilmente tesa, ha prima pregato i cronisti di lasciarla stare poi, data l’insistenza degli stessi, ha avuto una reazione violenta prendendo Cavicchi a calci ed a colpirlo con la borsa per evitare che scattasse fotografie. Pare che il fotografo la voglia denunciare per l’aggressione ricevuta; gli sono stati dati 15 giorni di prognosi per trauma cranio – facciale. Dopo il ricovero e gli accertamenti, la signora è potuta tornare a casa, dove ha affidato il suo sfogo a Fb: “Io capisco tutto, ma non toglietemi la mia libertà, sennò divento cattiva. I giornalisti e la Tv non mi lasciano più vivere, li vedo da tutte le parti davanti a casa, al museo e va bene, ma non permetto che mi corrano dietro anche al cimitero, vergognatevi! Chiedo più rispetto“.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.