Filippo Mammì - 23 agosto 2014


Catania: Marika Russo ha bisogno di sangue, appello dei medici

Catania: Marika Russo ha bisogno di sangue, appello dei medici

Catania: Marika Russo ha bisogno di sangue, appello dei medici

E’ ancora ricoverata in gravi condizioni la quattordicenne Marika Russo, accoltellata dal padre la notte scorsa a San Giovanni La Punta (CT). La ragazzina è attualmente al reparto rianimazione all’ospedale Garibaldi del capoluogo etneo; una delle coltellate inferte dal genitore le ha infatti reciso l’arteria femorale facendole perdere molto sangue, almeno tre litri. E’ stata sottoposta ad un lungo intervento chirurgico e i medici sembrano ottimisti sulle sue condizioni, anche se ancora non hanno deciso di sciogliere la prognosi prima di 24 ore. I dottori in queste ore hanno lanciato un appello a tutti gli italiani affinchè donino il sangue giusto per Marika, che è di un gruppo raro, lo zero negativo. Sono già state messe a disposizione ed utilizzate alcune sacche ematiche, ma ne servono altre. Chiunque raccolga l’appello può rivolgersi all’ospedale Garibaldi, Catania. Intanto Roberto Russo, padre di Marika e Laura, l’altra figlia dodicenne che lui ha ucciso, è ancora piantonato in ospedale. Dopo aver ucciso Laura e ferito Marika, che dormivano insieme a lui nel lettone matrimoniale dopo che l’uomo era stato da poco abbandonato dalla moglie, aveva cercato di suicidarsi piantandosi lo stesso coltello con cui aveva seviziato le bambine nello stomaco, ma era stato fermato dagli altri due suoi figli maschi.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.