Alessia Onorati - 11 settembre 2014


Donne in gravidanza, la campagna choc per non bere [FOTO]

Donne in gravidanza, la campagna choc per non bere [FOTO]

Donne in gravidanza, la campagna choc per non bere [FOTO]

Una campagna pubblicitaria che fa discutere quella presentata a Genova in occasione della Giornata Internazionale della sindrome feto-alcolica con disturbi collegati. “Too young to drink” è la campagna messa a punto dall’European Fasd Alliance che attraverso delle foto e dei mini spot mostra dei feti che invece di crescere nel ventre materno prendono forma all’interno di varie bottiglie di alcool, dalla birra ai superalcolici. Questo per sensibilizzare le donne in gravidanza a non assumere alcolici durante il periodo di gestazione facendo presupporre rischi altissimi per il feto. In effetti, sebbene anche i medici consiglino alle donne in genere di bere un bicchierino ogni tanto, a quanto pare l’alcool in gravidanza è altamente dannoso e può nuocere sensibilmente alla salute del bambino provocandogli danni molto gravi. Rischi sottovalutati ma che invece risultano piuttosto gravi come disturbi dell’apprendimento, problemi comportamentali e anche malattie mentali. Dunque la campagna pubblicitaria choc messa a punto dall’European Fasd Alliance intende proprio colpire come un pugno allo stomaco con lo scopo di far riflettere chi sottovaluta il problema. Le tante foto dei bambini in bottiglia stanno a significare proprio l’impatto che l’alcool ha sui bambini, che crescono in tal modo non in modo sano.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le claustrofobiche foto della campagna “Too young to drink” (Troppo giovane per bere) che sono state mostrate a Genova hanno suscitato enorme scalpore ma d’altronde era l’obiettivo degli organizzatori che ci tenevano a mettere in mostra la pericolosità del bere durante la gravidanza.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.