Filippo Mammì - 3 settembre 2014


“L’ultima volta”: l’ultimo film di Moana Pozzi uscirà il 15 settembre

"L'ultima volta": l'ultimo film di Moana Pozzi uscirà il 15 settembre

“L’ultima volta”: l’ultimo film di Moana Pozzi uscirà il 15 settembre

Sono passati vent’anni da quando la compianta Moana Pozzi, regina dell’hard nostrano, ci ha lasciati per entrare nel mito. Ma adesso, per l’attrice nata a Genova nel 1961, figlia di un ingegnere nucleare e di una casalinga, arriva un omaggio postumo: il 15 settembre, lo stesso giorno in cui la Pozzi morì sconfitta da un male incurabile, uscirà nelle sale l’ultimo film girato dalla pornostar, finora inedito, L’ultima volta. Le immagini inedite del film sono state pubblicate dal quotidiano Affari Italiani: Moana compare magra, emaciata, pallidissima, ma sempre sorridente. Questa sua resurrezione è curata dalla famiglia Matera, che detiene i diritti della diva del porno, e sta naturalmente suscitando la curiosità degli internauti. Del film, ripescato da un archivio di Brescia, si sapeva già dallo scorso febbraio, quando qualche filmato era stato trasmesso durante il programma Lucignolo su Italia 1 e sarà trasmesso da Sky e dal sito Love – mi. Gli appassionati potranno comprarlo prossimamente anche in Dvd; la pellicola, girata da Riccardo Schicchi (anche lui scomparso e agente di Moana per molti anni), nell’agosto 1994, più che un film è un documentario di un’ora di interviste e scene erotiche, che ripercorre le fasi salienti della vita e della carriera di Moana ricostruendo la sua ascesa a regina dell’hard e della sensualità italiana. Come si sa, il successo di Moana, negli ultimi vent’anni, è sempre andato di pari passo con il mistero della sua morte in un ospedale di Lione; ufficialmente, la Pozzi sarebbe morta di carcinoma epatocellulare a soli 33 anni, tanto improvvisamente da aver fatto nascere delle voci, tuttora mai sopite, secondo cui sia deceduta per Aids o che abbia inscenato la propria morte per vivere una vita tranquilla, lontano dagli scandali e dai riflettori.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.