Domenico Sisti - 9 novembre 2014


Catania vince ma che sofferenza, Frosinone in testa con il Carpi

Catania vince ma che sofferenza, Frosinone in testa con il Carpi

La tredicesima giornata si apre venerdì con Lo Spezia che batte il Crotone e raggiunge i 23 punti in classifica. La sblocca Ebagua con un destro da fuori area che infila Bajza. Nella ripresa raddoppio dello Spezia con Giannetti di testa su angolo di Brezovec. Il goal del Crotone al trentaduesimo con Camillo Ciano dalla distanza, non perfetto l’intervento del portiere argentino Chichizola. A Lanciano, la sfida d’alta classifica tra i padroni di casa e il Livorno è una partita molto equilibrata. L’episodio che la decide è un intervento da dietro di Ceccherini (che nell’occasione riceve un secondo giallo e viene espulso) sul Gatto. Rigore. Il numero dieci rossonero Piccolo trova l’angolino e fa uno a zero. La partita era speciale per Gautieri, ora alla guida del Livorno, che riceve gli applausi del pubblico abruzzese, nella città dove si è consacrato.

Catania-Varese 2-1
A Catania, su un campo impraticabile dall’emergenza del maltempo, dove ha piovuto tanto ed era davvero dura rimanere in piedi, va di scena Catania Varese. Un tempo a testa tra le due squadre. Bene nel primo tempo i siciliani che passano al 7° con goal fantastico di Emanuele Calaiò in rovesciata. Al 42esimo raddoppia il Catania e lo fa con il sesto goal in questo campionato di Rosina che si riscatta (dopo aver sbagliato due calci di rigore nelle gare precedenti del Catania), e batte Bastianoni con un tiro a giro. Soffre tantissimo nel secondo tempo invece, dove la squadra di Pettinelli riesce ad accorciare le distanze con Neto Pereira e cerca in tutti i modi di rimettere di piedi la gara, ma non riesce a strappare il pari alla squadra di Sannino. Finisce 2 a 1.

rosina-catania-varese-2-1-8-novembre-2014

Perugia-Entella 2-1
A Perugia, la squadra di casa batte 2 a 1 l’Entella. Accade tutto nel primo tempo. Padroni di casa in vantaggio al 13esimo del primo tempo. Inizia l’azione con un velo, poi tocco di Parigini e gran tiro dalla distanza di Diego Falcinelli. Al 25esimo pareggia l’Entella. Gran giocata nello stretto per Battocchio, assist per Marco Sansovini che mette il quarto sigillo sul suo campionato. Al 34esimo però tornano in avanti i padroni di casa con Vittorio Parigini, che risponde così alla convocazione dell’Italia under 19 di Pane.

Vicenza-Pro Vercelli 2-1
Al Menti, buona la prima di Pasquale Marino sulla panchina del Vicenza. Importantissima vittoria per i suoi. Eppure la Pro Vercelli era passata in vantaggio alla mezzora con il nono goal in campionato del numero 9 Ettore Marchi. Ma dura appena quattro minuti il vantaggio degli ospiti. Al 34 esimo punizione da lontanissimo a mezz’altezza di Moretti che piega le mani di un po’ incerto Russo. Nella ripresa ancora Moretti. Stavolta è una magia, ancora su punizione che batte ancora Danilo Russo. Palla all’incrocio dei pali. Vince il Vicenza 2 a 1.

Brescia-Pescara 1-3
Sta tutto nell’immagine dell’abbraccio di Maniero all’allenatore Baroni dopo il secondo goal del Pescara il significato della vittoria dei biancazzurri a Brescia. Il terzo goal consecutivo di Ahmad Benali illude le rondinelle. Al 18esimo il numero 17 dei padroni di casa sblocca la gara. Nella ripresa al 32esimo, cross dalla sinistra di Grillo, e Melchiorri con un tocco segna l’1 a 1. Al 40esimo incursione sempre di Melchiorri, che viene atterrato in area da Lancini. Rigore che batte Maniero che completa la rimonta. Al 47esimo la squadra biancoazzurra segna il terzo goal della sua partita ancora con Maniero, che si incunea in area e con un delicato tocco sotto va a scavalcare Minelli. L’allenatore Baroni tira un sospiro di sollievo.

Cittadella-Latina 1-1
Finisce in parità 1 a 1 al Tombolato tra Cittadella e Latina. Claudio Coralli, al quinto goal in stagione, porta in vantaggio dopo aver corretto in rete dopo un colpo di testa di Scaglia. Ma al ventesimo della ripresa, su un campo non in perfette condizioni per la pioggia, arriva il pareggio del numero dieci ospite, con Federico Viviani, che raccoglie un pallone respinto non benissimo dalla difesa, e da posizione centrale trafigge i padroni di casa battendo Valentini.

Frosinone-Trapani 4-1
Al Matusa di Frosinone la squadra di casa batte il Trapani, e torna in testa alla classifica. Travolta la squadra siciliana, ora attesa nel derby domenica prossima alle 12.30 contro il Catania. Sbocca Pascal Bucher. Destro preciso dalla distanza, battuto Marcone. All’ottavo del secondo tempo ancora Frosinone con Curiale tenuto sul filo del fuorigioco da Gori, per il 2 a 0. Passano otto minuti e l’arbitro Ghersini di Genova assegna calcio di rigore al Trapani per il fallo di Blanchard su Abate. Va Matteo Mancosu dagli undici metri e segna spiazzando Pigliacelli. Ottavo goal in campionato per il bomber. Al 33esimo arriva il terzo goal del Frosinone ancora con Curiale. Nel finale c’è il tempo per la tripletta di Curiale con un pallonetto. Perfetto il pomeriggio per la squadra di Stellone che chiude 4 a 1. Ventuno partite vinte, e otto pareggiate, per il Frosinone che non perde in casa (2 a 4 nel 2013 l’ultima sconfitta in una gara di lega pro il 5 marzo 2013 contro il Sorrento). Frosinone sempre più primo in classifica.

Modena-Avellino 1-2
Vittoria molto sofferta quella dell’Avellino per 2 a 1 a Modena. Nel primo caso succede un po’ di tutto nell’area modenese, Pinsoglio non trattiene un innocuo cross dalla sinistra di Visconti, palla che arriva a Castaldo che segna. Nel secondo goal irpino, protagonista Comi che si procura un calcio di rigore per il fallo su di lui di Tonucci, e al 42esimo che trasforma Castaldo. Il Modena accorcia al 10esimo del secondo tempo con Pablo Granoce, dopo una bella azione dell’attaccante modenese Nicola Ferrari che dal fondo tocca in mezzo e permette all’uruguaiano di segnare. Due espulsi del Modena, Manfrin per doppio giallo e Nizzetto, e tre ammoniti. Nel post partita, l’allenatore del Modena Novellino la definirà “non una partita di calcio, ma una guerriglia”.

Bologna-Carpi 0-0
Pareggio a reti bianche nel primo derby emiliano tra Bologna e Carpi. Gara con poche emozioni. Da registrare al 33esimo l’occasione per Bessa del Bologna ma il connazionale Gabriel evita il goal. Al 68esimo ancora occasione per il Bologna con Cacia che non colpisce con precisione di testa da ottima posizione. Il portiere Gabriel a fine partita è stato trasportato in ospedale per accertamenti dopo un colpo alla testa: non ricorda com’è finito il match. 22 punti per il Bologna, 25 per il Carpi che rimane in testa. La gara si era aperta con il commovente saluto a Klas Ingesson, ex giocatore del Bologna scomparso in settimana a 46 anni. Tanti i protagonisti della squadra felsinea presenti degli anni 1998-2000 dove militò l’attaccante svedese. Presente anche il presidente americano del Bologna Joe Tacopina.

Lunedì il posticipo tra Bari e Ternana.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.