Filippo Mammì - 18 novembre 2014


“Scemo e più scemo 2”, dopo 20 anni è sempre un successone

"Scemo e più scemo 2", dopo 20 anni è sempre un successone

Da noi approderà il prossimo 3 dicembre, ma negli Stati Uniti sta già combinando sfracelli: il sequel di “Scemo e più scemo” è uscito a vent’anni di distanza dall’originale e si intitola “Scemo e più scemo 2”. In America sta sbancando al box office nel primo weekend di uscita; con infatti 38 milioni di dollari incassati sta dominando la classifica Usa dei film più visti, superando persino “Big Hero 6” e “Interstellar”. La regia è ancora una volta dei fratelli Farrelly e i protagonisti ancora Jim Carrey e Jeff Daniels. C’era comunque da aspettarsi un afflusso così massiccio degli spettatori nelle sale, fomentato dal grande successo che la prima pellicola, del 1994, ha riscosso nel corso degli anni, soprattutto grazie all’home video. Infatti, all’uscita il film fu salutato, soprattutto dalla critica, come una sciocchezza senza pretese, con due protagonisti mai visti prima, stupidi e imbranati sì, come nella migliore tradizione delle commedie slapstick, ma con una cattiveria più perfida ed un’idiozia ai limiti del ritardo mentale. Eppure fu utile a tutti: a Carrey servì come definitiva consacrazione come comico prima di sfoderare il suo talento di attore drammatico, a Daniels permise di misurarsi con un ruolo diverso dai film impegnati che aveva interpretato negli anni 80 e ai Farrelly di raccontare in nuce quelle che sarebbero diventate le loro tematiche principali (disprezzo del politicamente corretto, gag disgustose, discutibili prese in giro degli handicap) poi gestite meglio nei loro film più riusciti, come “Tutti pazzi per Mary”, “Io, me e Irene” e “Lo spaccacuori”. La produzione spera di portarsi a casa almeno 100 milioni di incasso in totale. Nel nuovo film, oltre a Carrey e Daniels nei panni di Harry e Lloyd questa volta alle prese con la figlia ventenne del primo, ci sono Kathleen Turner, Rachel Melvn, Steve Tom e Laurie Holden.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.