Tommaso Napoli - 20 febbraio 2015


Parte il Tour dei comuni del M5S contro i tagli agli enti locali

Parte il Tour dei comuni del M5S contro i tagli agli enti locali

Il Movimento 5 Stelle parte in tour per i Comuni italiani con ‘Tour dei Comuni’. A darne notizia è il blog di Beppe Grillo. Vi sarà un fitto calendario di incontri e manifestazioni con “una delegazione di parlamentari italiani ed europei, con competenze specifiche per gli enti locali”. Il primo incontro è programmato per sabato 21 febbraio da Livorno dove il Movimento 5 Stelle incontrerà il sindaco pentastellato, Filippo Nogarin “per dargli tutto il supporto possibile nel suo operato”. “Governare un Paese – si legge nel post – significa rendere migliore la vita dei propri concittadini, no di certo fare felice la Merkel e Draghi come fa il Pd, tagliando fondi ai servizi pubblici per mandarli alle banche europee”, e ancora “Governano i nostri Sindaci che nei comuni dove siamo in maggioranza, stanno realizzando, con enormi difficoltà l’Italia 5 Stelle che abbiamo sempre sognato: il Governo Renzi ha tagliato agli enti locali 4 miliardi di euro solo nel 2015, costringendo molti comuni e regioni italiane a tagliare servizi essenziali, soprattutto nella sanità”. “I nostri gruppi locali governano questo Paese ogni giorno con progetti e denunce che riescono a migliorare i servizi dei nostri comuni e a bloccare fabbriche di morte come inceneritori e discariche. I nostri consiglieri comunali e regionali governano i loro territori anche se dall’opposizione: ci portano a conoscenza di scandali, fanno abolire i vitalizi, dimezzano le auto blu, fanno approvare provvedimenti per le imprese o per persone che hanno perso tutto, migliorano la qualità della nostra vita”. “Da Livorno – conclude nell’intervento il M5S – partirà la nostra mozione parlamentare per bloccare i tagli agli enti locali operati da questo Governo. Il Parlamento dovrà esprimersi. Vuole continuare a sottrarre fondi alla sanità anche nel 2015 provocando altri morti sulle barelle nei corridoi? O smetterla di mettere in ginocchio i servizi ai più deboli?”.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.