Filippo Mammì - 19 marzo 2015


Internet Explorer, dopo vent’anni addio al più usato browser del web

Internet Explorer, dopo vent'anni addio al più usato browser del web

Tra poco, Internet Explorer entrerà a far parte della storia della tecnologia; questo succederà a venti anni esatti dal suo lancio ufficiale sul web, attraversando poi una carriera discontinua fatta di straordinari successi ed altrettanti problemi. Accadrà la prossima estate, quando verrà lanciato il nuovissimo Windows 10, che inoltre sponsorizzerà il nuovo browser Project Spartan, che sostituirà definitivamente il buon vecchio Explorer. Certo, per sparire totalmente Explorer impiegherà un po’ di anni, visto che è ancora attivamente usato da milioni di pc, come d’altronde le vecchie versioni di Windows, a partire da Xp; per Microsoft è più che altro una ventata d’aria nuova per cambiare, è come ristrutturare un appartamento vecchio e cadente. Il nuovo browser avrà il nome di Microsoft al suo interno, come ha annunciato il capo marketing di Redmond, Chris Capossela. Uno stratagemma, pare, per convincere i milioni di utenti che sono passati da anni a Firefox, Safari e Chrome a tornare all’ovile; in fondo Internet Explorer, così come Windows, è diventato la colonna portante del web, ma anche dello stesso sistema operativo mondiale, tanto da venire accusato spesso di abuso di posizione dominante. E dire che proprio vent’anni fa, il 16 agosto 1995, Explorer fu usato come carta aggiuntiva al lancio di Windows 95, ma gradualmente raggiunse il miliardo di utenti in pochi anni e il 95 % di share nei primi anni 2000. Fu un’impresa facile, in fondo andava a braccetto con il potentissimo Microsoft; il top si ebbe nel 2001 quando uscì la nuova versone abbinata a Xp. I problemi arrivarono quando si scoprì che era vulnerabile agli hacker o era molto lento: fu allora che presero piede altri browser fino ad allora poco considerati. Firefox e Chrome gli assestarono negli anni colpi dai quali non è più riuscito a riprendersi, poi arrivarono gli smartphone e l’affondata fu inevitabile. Explorer non era più sicuro e neanche la nuova versione di Windows 10 forse potrà fare niente per recuperarlo. Ma sicuramente resterà nella storia come il browser più usato al mondo.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.