Cristina Munzone - 15 marzo 2015


“L’acqua in rum”: autorizzata negli USA la vendita di alcol in polvere

“L'acqua in rum”: autorizzata negli USA la vendita di alcol in polvere

Sembra una storiella magica per gli avventori da taverna di una favola moderna, ma è la pura verità.
La Lipsmark LLC, compagnia americana e azienda produttrice di questo prodotto, ha messo in commercio la Palcohol, l’alcol in polvere che, se versato in 15 cl di acqua, si trasformerebbe nel conosciuto shot. Il prodotto è stato approvato nel 2014, ma ha alzato non pochi polveroni di lamentele da molti stati USA; sembra infatti che più di sette stati abbiano bandito il commercio della Palcohol entro i loro confini, tra essi sono presenti Alaska, Lousiana, Vermont, Virginia e South Carolina. Lo stato dell’Ohio ha introdotto una legge nel 2014, poco dopo il lancio del prodotto, nel quale bandiva la Palcohol. L’Iowa lo ha seguito nel 2015, e molti altri sono già in lista. L’Agenzia delle Tasse e del Commercio di Tabacco e Alcol aveva inizialmente dato la sua approvazione, per poi ritirarla poco dopo per un disguido di “etichette”, risolti successivamente. Questo ha lasciato intendere che le lamentele iniziali avevano fatto pentire chi per primo la aveva approvata. I genitori sono preoccupati che i figli minorenni possano usufruire di nascosto di questo prodotto, credendolo più accessibile e più facile da nascondere. Il dottor Richard Besser, direttore sanitario e medico dell’Abc News, ed anche pediatra infatti afferma: “Come genitori, è una cosa da controllare per i casi di birra e bottiglie di alcol; ma dover cercare piccoli pacchetti (di prodotto) temo che possa portare a più minorenni bevitori, rendendolo più facile.” Ma la Lipsmark LLC ribatte che la Palcohol avrebbe le stesse regole degli alcolici in vendita, nessun ragazzo potrà comprarlo se non avrà 21 anni anagrafici. E’ stato ipotizzato sia anche possibile sniffare il prodotto, data la forma in polvere, ma secondo quanto affermato dall’azienda produttrice in queste settima circa la preoccupazione generale: “L’ipotesi di sniffare Palcohol è stato uno dei punti di discussione e di lamentele ma è difficile poterlo fare, il prodotto infatti ha la il comune “bruciore” dell’alcol liquido e ciò lo renderebbe doloroso nel processo. Inoltre – continua – ci vorrebbe un’ora per sniffare uno shot di vodka.”

La Palcohol è disponibile in quattro diverse varietà: Vodka, Rum, Cosmopolitan e Margarita. Contiene 80 calorie ed ha bisogno di 1 minuto di agitazione costante, così che si possa evitare una caduta accidentale nel bicchiere di una persona ignara e all’oscuro della cosa. L’azienda produttrice la consiglia a chi va in campeggio, ed ha bisogno di un pratico trasporto di alcol. Basta un poco di acqua, la Palcohol ed ecco pronto il tuo drink!

Ipotizzato anche il vantaggio per le compagnie aeree, infatti la Palcohol pesa molto meno dei comuni alcolici che sono vendibili all’interno degli aerei, la diffusione del prodotto garantirebbe un risparmio di benzina dovuto alla differenza di peso della polvere e del liquido. Sembra ancora lunga la strada per la diffusione mondiale, ma la Lipsmark LLC non è intenzionata a ritirare il prodotto, mostrando sempre più “positivismi”.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.