Filippo Mammì - 23 marzo 2015


Le leccate dei nostri amici cani avrebbero dei forti effetti immunitari

Le leccate dei nostri amici cani avrebbero dei forti effetti immunitari

I cani sono nostri amici sin dalla notte dei tempi, ma solamente adesso si è scoperto che possono fungere da conduttori benefici per la nostra salute fisica e mentale. I loro baci, quelle leccate che molto spesso ci fanno per dimostrare il loro affetto, sarebbero infatti degli importanti veicolatori per le nostre difese immunitarie e, in generale, per il nostro benessere; sarebbero quindi da sfatare quelle teorie secondo le quali i baci canini avrebbero degli effetti collaterali pericolosissimi per il nostro organismo. E’ una scoperta di alcuni ricercatori statunitensi dell’università dell’Arizona, i quali avrebbero scoperto che i batteri che si trovano in deposito nell’intestino del cane non sarebbero dannosi, ma benefici per la nostra salute; la ricerca è ancora in fase di studio ed alcuni volontari ne prenderanno parte al fine di capire come questi benefici possano avere effetto, per esempio, sugli anziani, i soggetti più a rischio di malattie: “Nel corso dei millenni ci siamo co-evoluti insieme ai cani, ma nessuno ha ancora capito in cosa consista questo rapporto cane – uomo che ci fa sentire bene intorno ai cani – ha detto Kim Kelly, coordinatrice della ricerca – sono semplicemente teneri e ci piace accarezzarli o c’è qualcos’altro sotto la pelle?”. Nei prossimi tre mesi, gli scienziati controlleranno come, vivendo con un cane, ci sia una crescita di microorganismi nell’intestino umano, tali da migliorare la salute fisica e mentale degli anziani: “Vogliamo capire se il cane funziona come lo yogurt per l’uomo” ha scherzato la dott.ssa Kelly. La ricerca, in ogni caso, non vuole andare troppo lontano da quello già dimostrato da alcuni studi precedenti: i cani migliorano il sistema immunitario dei bambini, riducendo di molto le malattie, l’asma oppure le allergie.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.