Tommaso Napoli - 1 marzo 2015


Matteo Salvini a Roma con la sua ‘Lega’ insieme a CasaPound

Matteo Salvini a Roma con la sua 'Lega' insieme a CasaPound

Matteo Salvini che fa un comizio a Roma? E per di più insieme a CasaPound? No, non è fantasia, o un film, è realtà! E’ avvenuto ieri a Piazza del Popolo, dove il segretario federale della Lega Nord, si è recato per cercare consensi da parte dei non leghisti lanciando la sfida al premier Matteo Renzi. Una manifestazione blindatissima, in quanto ci si immaginava scontri e disordini di ogni tipo, ed invece alla fine, secondo gli organizzatori sono arrivati a Roma, pacificamente, per ascoltare le parole di Salvini, oltre 100mila persone. C’è chi invece parla di non meno di 20mila, fatto sta che la Lega forse per la prima volta nella sua storia, è riuscita a trovare consensi nella “Roma ladrona”, definita così molti anni fa dal fondatore del partito Lega Nord, Umberto Bossi. Ma le cose cambiano e oggi, a distanza di molti anni da quella frase, Roma e in particolare Piazza del Popolo dove vi si è svolta la manifestazione, è stata ribattezzata dal segretario leghista, «la piazza della nuova resistenza». La capitale è stata messa in copertura da forze di sicurezza straordinarie per la paura di scontri tra i manifestanti leghisti e la contro manifestazione organizzata per respingere l’invasione dei salviniani. Alla fine ha vinto il pacifismo. Secondo Matteo Salvini, il problema in Italia, non è l’altro Matteo, Renzi, in quanto «burattino nelle mani dei poteri forti, come la confindustria, come Marchionne, come Bruxelles». «Renzi è una pedina – tuona Salvini dal palco di Piazza del Popolo – Renzi è il servo sciocco a disposizione di qualcuno che non ha nome e cognome. Bruxelles vuole controllare la vita di ciascuno di noi e Renzi è lo strumento di sinistra, simpatico, che è a disposizione di chi vuole annientare quello che rimane dell’economia italiana. Il problema non sono i Renzi o gli Alfano, il problema sono le politiche che portano avanti». «Oggi nei giornali – tiene a sottolineare il segretario della Lega – si parlava di un trionfo perché l’Istat dice che nel primo trimestre l’Italia, grazie alle riforme di Renzi, cresce dello 0,1%. Un successone, ma come se non bastasse c’è lo spread molto più basso. E grazie a questo quanto ve lo hanno fatto pagare in meno il caffè a Piazza del Popolo oggi perché lo spread è molto basso?».

Manifestazione ‘Lega’ e contro manifestazione
E intanto per le vie di Roma, alle ore 15 iniziava la contro manifestazione, organizzata dai centri sociali per dire “no” alle politiche di Matteo Salvini e della sua ‘Lega’, ma anche al governo Renzi. Molti cori sono stati rivolti proprio contro l’altra manifestazione, cori al grido “mai con Salvini”.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.