Filippo Mammì - 11 aprile 2015


Aids: scienziati elaborano un anticorpo capace di bloccare il virus

Aids: scienziati elaborano un anticorpo capace di bloccare il virus

Una notizia, che fa ben sperare, arriva dall’America: è stato realizzato un anticorpo sintetico in grado di bloccare la proliferazione del virus dell’Aids fino ad una durata di 28 giorni. A condurre le analisi che hanno portato alla sua elaborazione sono stati i ricercatori di un team internazionale, guidati dalla dott.ssa Marina Caskey della Rockefeller University di New York; secondo gli scienziati, questa molecola creata in laboratorio può ridurre la “carica virale”, cioè la quantità di virus presente nell’organismo dei pazienti, anche fino a 300 volte. I risultati delle ricerca sono stati pubblicati su “Nature”; i ricercatori sono riusciti ad isolare un anticorpo particolarmente potente denominato “3BNC117”, riprogettandolo perchè diventasse capace di attaccarsi alle proteine presenti sulla membrana esterna del virus Hiv. Dopo averlo clonato in molte copie, i ricercatori hanno iniettato, in misure diverse, gli anticorpi in alcuni pazienti sieropositivi, osservando successivamente che, nei soggetti riceventi la quantità maggiore dell’anticorpo, la carica virale risultava essere inferiore fino a 300 volte; in più, il 3BNC117 aveva bloccato il diffondersi del virus di circa 28 giorni, risultando efficace nel distruggere 195 dei 237 ceppi dell’Hiv. Ovviamente c’è stato anche un intoppo, conoscendo la famigerata resistenza del virus dell’Aids: poichè sa mutarsi molto velocemente, il virus Hiv era riuscito in poco tempo a sviluppare una resistenza all’anticorpo cambiando la propria struttura, ma gli studiosi ipotizzano che il metodo può essere molto efficace, soprattutto se associato ai farmaci anti – retrovirali. “Con un’unica medicina, l’anticorpo da solo non è sufficiente a reprimere la carica virale a lungo, perchè il virus muta rapidamente – ha spiegato la Caskey – ma questi anticorpi sono speciali perchè contrastano oltre l’80% dei ceppi di Aids e sono estremamente potenti”.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.