Filippo Mammì - 14 aprile 2015


Tragedia sfiorata: crollato il soffitto di una scuola elementare a Ostuni

Tragedia sfiorata: crollato il soffitto di una scuola elementare a Ostuni

Tragedia sfiorata a Ostuni (Br), all’interno della scuola elementare “Pessina”; il soffitto di un’aula è improvvisamente crollato ieri mattina durante l’orario delle lezioni. Due bambini e una delle maestre sono rimasti feriti e condotti d’urgenza in ospedale. Secondo il sindaco della cittadina pugliese, Gianfranco Coppola, non verserebbero in gravi condizioni, come da lui stesso constatato quando è andato a trovarli: “Hanno riportato alcune ferite alla testa, ma non sono gravi – ha dichiarato – i medici stanno comunque facendo ulteriori accertamenti”. Quando si è verificato l’incidente la maestra stava tenendo regolarmente una lezione ai bambini della 2 E, quando improvvisamente il soffitto ha ceduto e i piccoli sono stati travolti dai calcinacci mentre erano seduti ai loro banchi; secondo le prime ricostruzioni, anche una donna che stava prestando soccorso si sarebbe ferita scivolando durante i momenti concitati seguiti al crollo, facendo ricorso anche lei alle cure dei sanitari. Dal solaio si sono staccati 5 o 6 metri quadrati di intonaco, i pezzi sarebbero dello spessore di tre centimetri; sul posto sono arrivati tempestivamente i vigili del fuoco. L’istituto “Pessina” è situato in viale Pola ed era stato inaugurato appena dopo le festività natalizie, essendo rimasto chiuso per oltre quattro anni a causa di importanti lavori di ristrutturazione; al momento si sta anche valutando la possibilità di far evacuare tutto lo stabile. “Queste cose sono assurde, non dovrebbero succedere – ha detto il padre di uno dei bambini frequentanti la scuola – ora basta, non possiamo temere per la vita dei nostri figli. I nostri bambini sono in pericolo, la scuola va chiusa e andrebbero effettuati controlli ad ogni singolo soffitto. Non può succedere una cosa simile in una scuola appena ristrutturata”.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.