Redazione - 3 aprile 2016


Prestiti per pensionati: aumentano le richieste nel primo trimestre

Prestiti per pensionati: aumentano le richieste nel primo trimestre

Ancora numeri in crescita per il settore dei finanziamenti. Complici dei tassi di interesse particolarmente bassi, le richieste di prestiti personali che arrivano a banche e finanziarie sono in costante aumento. In particolare il primo trimestre dell’anno ha fatto segnare un aumento delle richieste di prestiti per pensionati, un settore che sembra non conoscere crisi.

Come si legge nelle pagine di Prestitiperpensionatiok.it, anche nei periodi di crisi del settore (parliamo di circa 3-4 anni fa) quando le banche non erano molto propense ad erogare finanziamenti, tra le poche categorie ben accette spiccavano, sempre, i pensionati. Il motivo è molto semplice e trova riscontro nella costante ricerca degli istituti di credito di abbattere la percentuale di finanziamenti a rischio.

Le banche sono sempre alla ricerca di soggetti a cui erogare credito che possano garantire la restituzione del capitale erogato. E chi meglio di un pensionato il cui reddito viene erogato direttamente dall’Inps e, quindi, dallo Stato?

Un altro dato interessante è quello legato all’età massima entro cui il debito con la banca deve essere estinto. Oggi molti istituti di credito concedono una rateizzazione fino agli 80 anni in abbinamento ad una polizza assicurativa causa morte. In questo modo, qualora il pensionato dovesse morire prima di aver finito il prestito sarà la compagnia di assicurazione ad estinguere il capitale residuo.

Va anche detto che oltre ad essere molto richiesti i prestiti personali per pensionati sono, anche molto convenienti. Le banche e le finanziarie, infatti, pur di attirare questa tipologia di cliente sono pronte a mettere sul piatto tassi di interesse particolarmente bassi. Non è un caso che oggi molti pensionati facciano da garanti anche per quel che riguarda i prestiti o i mutui richiesti dai figli o dai nipoti.

Insomma mai come oggi questa figura, complice anche un mercato del lavoro sempre più precario, è tornata ad essere centrale nella famiglia. Tra i prestiti per pensionati più diffusi segnaliamo la cessione del quinto che permette di ottenere credito anche in presenza di altri finanziamenti in corso o di segnalazioni in crif come cattivi pagatori. Questa tipologia di prodotto prevede, infatti, il pagamento della rata direttamente dall’Inps tramite una trattenuta sulla pensione del richiedente.

Tra gli istituti di credito più attivi nell’erogazione di finanziamenti di questo tipo spiccano Unicredit, Bnl e Banca Intesa, mentre tra le finanziarie che erogano prestiti per pensionati andiamo a segnalare Agos, Findomestic e Compass.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.