Redazione - 20 luglio 2016


Riforme, Gasparri attacca Maria Elena Boschi: “Italia più sicura senza la sua famiglia”

«Il Ministro Boschi dice che con questa riforma costituzionale saremo più sicuri contro il terrorismo? Si, anche contro le scottature solari». «Un Paese senza la famiglia Boschi sarebbe più sicuro». E’ quanto dichiarato da Maurizio Gasparri in merito alla riforma costituzionale

Riforme, Gasparri attacca Maria Elena Boschi: "Italia più sicura senza la sua famiglia"

Il vicepresidente del Senato e senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri, ai microfoni di Radio Cusano Campus ha commentato le parole del Ministro Maria Elena Boschi a proposito di sicurezza connessa alla riforma costituzionale: «Il Ministro Boschi dice che con questa riforma saremo più sicuri contro il terrorismo? Si, anche contro le scottature solari, uno si mette gli impacchi di emendamenti approvati proteggono dalle scottature e fanno anche passare la dissenteria. Un Paese senza la famiglia Boschi sarebbe più sicuro, così almeno non c’è il padre vicepresidente di Banca Etruria a mettere in pericolo i risparmi, almeno secondo le accuse che gli vengono formulate e che gli auguro di poter smentire se andrà a processo. E intanto in Puglia c’è per la seconda volta un sintomo di terrorismo. Salah partì dalla Puglia, ora leggiamo che questo terrorismo islamico che ha portato morte e distruzione a Nizza era in Puglia, dove c’è pare qualcuno che favoriva la raccolta di armi attraverso alcuni albanesi, cosa che pare esista anche a Ventimiglia. Il Governo pensi a fronteggiare questi pericoli invece di dire fesserie».

Ingresso di Zanetti in Ala
«Zanetti è un personaggio di nessuna rilevanza politica. E’ un viceministro che non ha nemmeno le deleghe, si occupa solo di parlare a vuoto, ha un profilo irrilevante. Il trasformismo parlamentare purtroppo è una malattia antica. Il nuovo centro di cui parla Alfano? Sento parlare del centro che torna che è come il mostro di Lochness, tutti dicono che esiste ma nessuno l’ha mai visto. Il centro non tornerà mai».

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.