Redazione - 5 aprile 2017


Come arrivare in Salento e come spostarsi…

Come arrivare in Salento e come spostarsi...

Per molti viaggiatori, la Puglia per molti anni era stata un punto di partenza per la Grecia, l’Albania e l’ex Jugoslavia, con i traghetti che attraversano l’Adriatico da Bari e Brindisi. Per altri era un punto di ingresso in Italia, e in passato la regione ha avuto problemi di sbarchi con un afflusso di immigrati illegali. Al giorno d’oggi c’è una nuova (e più gradita) ondata di arrivi: turisti e ‘dolce vita’ attratti dal clima soleggiato, la costa e la campagna. Con un numero crescente di attenzione dall’esterno, l’area si sta mettendo sul sentiero turistico. Ci sono molti nuovi alberghi, appartamenti e B&B. Uno degli alloggi più popolari per il turismo locale sono le sistemazioni nelle masserie. Le masserie erano le grandi case al centro di grandi aziende agricole: le società offrono spesso confortevoli alloggi rurali, spesso con servizi extra come le stazioni termali e i corsi di cucina. Per arrivare in Puglia, e scoprire più in particolare il Salento tra le sue spiagge e la sua cultura, dall’estero, si può arrivare con Ryanair, con voli low cost, che offre tratte da Londra Stansted a Bari. Dall’aeroporto c’è un servizio di autobus per il centro di Bari, Lecce o Taranto. La Puglia ha un altro aeroporto internazionale di Brindisi, chiamato Brindisi Casale. Anche questo è collegato da autobus per il centro delle città. Dall’aeroporto di Brindisi c’è anche un servizio di autobus veloce per Lecce, che garantisce la tratta diverse volte al giorno e si ferma appena fuori dal centro di Lecce. Da lì sarà facile visitare tutto il Salento.

La maggior parte dei visitatori opta però per il noleggio auto per rendere più facile viaggiare in Puglia e visitare le destinazioni più piccole. Alcuni dei luoghi più remoti – e in particolare le spiagge – non sono ben collegate con i mezzi pubblici: i servizi di autobus sono scarsi e può essere difficile trovare informazioni sui trasporti pubblici. Tuttavia, vale la pena perseverare con la ricerca, in quanto è comunque possibile, con qualche difficoltà in più e spirito di adattamento, vedere le migliori attrazioni della regione senza bisogno di noleggiare una macchina.

Un’alternativa sono le piccole linee ferroviarie gestite da FSE (Ferrovie Sud Est) che è uno dei modi più belli per visualizzare la campagna, e collegare insieme alcune delle principali località turistiche della Puglia come Alberobello, Lecce e Otranto. Questa linea gestisce piccoli treni lenti ma panoramici attraverso l’entroterra pugliese. Da Lecce si possono prendere questi treni a Gallipoli, Otranto e le città della Valle d’Itria: Martina Franca, Alberobello, Locorotondo e Cisternino.

Gli autobus invece, sono gestiti da una varietà di diverse società fuori da Lecce a città circostanti. Dalla fermata degli autobus Lecce City Terminal partono tutti i collegamenti per la provincia.

Un servizio estivo chiamato Salento in Treno e Bus gestisce poi le connessioni tra le destinazioni turistiche della zona. In particolare, ogni estate, le normali linee vengono rafforzate ma di sera i trasporti sono radi ed è quasi sempre consigliabile utilizzare una macchina a noleggio oppure un taxi, anche se sono abbastanza costosi.

Molto ovviamente dipenderà da dove deciderete di alloggiare: avere una base in località come Lecce o Gallipoli vi faciliterà dal punto di vista dei collegamenti, ma se siete per il relax in spiaggia, con pochi spostamenti una struttura ricettiva a Torre San Giovanni o Santa Maria di Leuca, sarà perfetta come base per la vostra vacanza in Salento.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.