Redazione - 7 aprile 2017


Come ristrutturare casa senza impazzire

Come uscire vivi dalle opere di ristrutturazione? Ecco qualche consiglio per affrontare il tutto nel miglior modo possibile

Come ristrutturare casa senza impazzire

E’ una delle cose che molto spesso si rimandano di anno in anno. La paura di affrontare una ristrutturazione è molto sfaccettata. Ci sono tante decisioni da prendere, soluzioni da pensare, materiali da valutare, professionisti da coordinare e non meno importante costi da affrontare. Ristrutturare casa richiede un impegno non solo economico, ma anche mentale e organizzativo non indifferente. Come uscire vivi dalle opere di ristrutturazione? Ecco qualche consiglio per affrontare il tutto nel miglior modo possibile. Quando si arriva finalmente alla decisione di ristrutturare casa si deve mettere in conto che il periodo non sarà dei più sereni, ma è possibile con qualche accortezza riuscire ad ottenere ottimi risultati senza troppi cumuli di stress. La progettazione iniziale dei lavori di ristrutturazione deve essere effettuata con cognizione di causa. Ogni opera va valutata in termini di comfort, fattibilità e di costo secondo le possibilità economiche, strutturali e tecniche dell’ambiente che andiamo a ristrutturare. È buona norma prendere spunto dalle riviste specializzate, dai cataloghi di settore e affidandosi alla consulenza degli esperti. Una volta individuato il tipo di opera che si intende realizzare all’interno della propria casa si valuta l’effettiva fattibilità del tutto.

Ristrutturazione e Budget
Importante prima di iniziare a fare dei lavori di ristrutturazione è definire un budget, comprensivo di una tolleranza di circa il 10% per le spese non previste che puntualmente arrivano. Con un budget definito per stanza cucina, bagno, camere ecc è più semplice individuare le finiture, gli accessori e i materiali che rientrano nei costi accessibili e creare una lista dei costi verosimile. I costi di ristrutturazione devono essere calibrati il meglio possibile, onde evitare di trovarsi a dover sospendere i lavori in corso d’opera. Per vivere in serenità una ristrutturazione è fondamentale affidarsi alle competenze di aziende consolidate con un importante background.

Dead Line
Quando si iniziano i lavori pressapoco si può sapere, meno definito è il giorno in cui avviene la consegna. È utile decidere con l’azienda o i professionisti di riferimento una dead line per la fine dei lavori, che comunque in genere non si concludono mai nei tempi prefissati. Stabilire una data di riferimento è importante per limitare i giorni di attesa inutili. Per ovviare questo problema si possono prediligere le aziende che offrono una coordinazione dei lavori interna di tutte le figure professionali che devono intervenire nell’opera di ristrutturazione. Sono sempre di più anche le ditte che offrono ristrutturazioni chiavi in mano, una soluzione che aiuta moltissimo a ridurre lo stress. Per affrontare al meglio la ristrutturazione poi è utile tenere sempre alto il morale, cercando di sdrammatizzare i momenti di difficoltà e di vivere serenamente il periodo guardando al futuro in cui la casa sarà più bella e funzionale di prima.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.