Loris+Stival%2C+depositate+le+motivazioni+per+detenzione+mamma
cataniaverait
/2015/02/loris-stival-depositate-le-motivazioni-per-detenzione-mamma/amp/

Loris Stival, depositate le motivazioni per detenzione mamma

Published by
Filippo Mammì

“Una capacità elaborativa di una pronta strategia manipolatoria”, “una forte tenuta psicologica” e “un’elevatissima capacità criminale”; sono queste le motivazioni contenute nelle 109 pagine depositate dai giudici del tribunale del Riesame di Catania attraverso le quali, il 3 gennaio scorso, hanno convalidato la detenzione in carcere per Veronica Panarello, la donna accusata di aver ucciso, il 29 novembre 2014, il figlioletto di 8 anni Andrea Loris Stival a Santa Croce Camerina (Rg). Le motivazioni non lasciano dubbi sulla colpevolezza della donna delineandone un profilo psicologico composto da egoismo, manipolazione ed impulsi incontrollabili: “Con agghiacciante indifferenza ha agito da assassina lucidissima ed ha approntato una reazione manipolatoria davanti alla morte del figlio – vi si legge tra le altre cose – arrivando ad inscenare un rapimento a scopo sessuale”. Quello che lascia di stucco, secondo i magistrati, sono l’indifferenza e la determinazione di questa donna nell’uccidere il proprio figlio, nell’organizzare la fandonia del rapimento e, soprattutto, nel disfarsi del corpo gettandolo in un canalone come un sacco dell’immondizia: “E’ evidente il forte rischio di inquinamento probatorio da parte dell’accusata – sostengono i giudici – quindi bisogna preservare le indagini dalla contaminazione che l’indagata potrebbe compiere”. Per quanto riguarda l’assenza di un movente chiaro nell’omicidio del piccolo Loris, i giudici avanzano l’ipotesi di “un’incontenibile furia aggressiva” contro il bambino, che quel giorno avrebbe scombinato i piani mattutini della madre con i capricci e la volontà di tornare a casa invece di andare a scuola: “Durante la discussione che i due hanno avuto la mattina del 29 novembre, Loris voleva rimanere con la mamma forse anche incuriosito dal suo look esteticamente curato per andare al corso di cucina nel castello di Donnafugata – sostiene il tribunale del Riesame – Veronica, esasperata dal comportamento del figlio, in preda ad un’ira incontrollabile lo avrebbe ucciso freddamente con le prime cose che le sono capitate in mano, le fascette, e gli avrebbe legato le mani con le stesse per simulare un omicidio a sfondo sessuale da parte di un estraneo”. Un delitto compiuto lucidamente e non in preda ad un raptus, dunque, causato da una circostanza occasionale che dimostrerebbe la pericolosità sociale di Veronica. Intanto, proseguono le indagini della procura di Ragusa per scoprire eventuali complici del delitto.

Filippo Mammì

Sono giornalista professionista da due anni, ho 35 anni e sono di Reggio Calabria. Dopo un diploma in maturità classica e una laurea presso il DAMS dell'Unical (Università della Calabria) ho passato quasi dieci anni della mia vita a Roma, lavorando prima nel mondo del cinema (mansioni varie, niente di che!); in seguito, mi sono avvicinato al giornalismo (mia seconda passione dopo il cinema) frequentando il master di primo livello di Giornalismo presso la Lumsa, abilitativo all'esame da professionista presso l'ODG. Possiedo un blog su un sito locale e collaboro, oltre che con Cataniavera.it e Newspage.it, anche con Litalianews.it

Recent Posts

Dormi con un sonnambulo? Ecco cosa fare per non metterlo in pericolo ed aiutarlo

Cosa fare se scopri che dormi assieme ad una persona che soffre di sonnambulismo? Ecco…

6 mesi ago

Poco tempo e zero idee per cena? Questa ricetta è pronta in pochi minuti ed è anche light

Scopri una ricetta pronta in pochi minuti, semplice, leggera e deliziosa. Se ti manca il…

6 mesi ago

Carlo Conti, lo sgambetto inaspettato del collega: la sua reazione è epica

Carlo Conti ha rivelato un dettaglio inedito sulla propria carriera ed ha ammesso di aver…

6 mesi ago

Paolo Villaggio, dopo la sua morte spunta la clamorosa verità: ecco di cosa soffriva l’attore

Un attore che ha fatto la storia della commedia italiana e non solo: ora, dopo…

6 mesi ago

Risparmiare tanti soldi divertendosi: questa nuova idea fa innamorare tutti

Volete risparmiare davvero tanti soldi divertendovi? Ecco la nuova idea che farà innamorare davvero tutti:…

6 mesi ago

Se noti questo piccolo insetto in casa, non sottovalutarlo: la salute è in pericolo

In tutte le case può capitare che siano presenti insetti, ma la presenza di un…

6 mesi ago