Sclerosi+multipla%3A+approvato+il+nuovo+farmaco+rimborsabile
cataniaverait
/2015/03/sclerosi-multipla-approvato-il-nuovo-farmaco-rimborsabile/amp/
Categories: Prima PaginaSalute

Sclerosi multipla: approvato il nuovo farmaco rimborsabile

Published by
Filippo Mammì

Finalmente anche in Italia sta arrivando la nuova cura per contrastare la sclerosi multipla recidivante remittente, la nota malattia che, col tempo, invalida totalmente il paziente affetto. L’Agenzia italiana del Farmaco (Aifa) ha infatti approvato un nuovo medicinale che può essere preso per via orale: un farmaco dimetilfumarato che rientra nella fascia A e che è anche rimborsabile. E’ in grado di agire sull’organismo riuscendo ad attivare la via dell’Nfr – 2, un processo di difesa con il quale è possibile bloccare l’infiammazione e lo stress ossidativo causati dalla patologia. Una nuova importante tappa: “Il dimetilfumarato è la prima terapia orale delle quattro che Biogen Idec ha sviluppato per il trattamento della sclerosi multipla – ha spiegato Giuseppe Banfi, amministratore delegato di Biogen Idec, un’azienda biotecnologica specializzata nella sclerosi multipla – dal 2013 il farmaco è disponibile in America, Canada e Australia, mentre a gennaio 2014 è stato approvato dall’Unione Europea. Sono oltre 135.000 le persone al mondo che beneficiano del trattamento con dimetilfumarato e siamo lieti di poter annunciare finalmente l’approvazione italiana. Adesso manca solo che il farmaco sia inserito nei prontuari terapeutici regionali, in modo da consentire la disponibilità del farmaco nei Centri Italiani di Sclerosi Multipla”. In Italia potranno usufruire di questa nuova cura i circa 70mila malati di sclerosi multipla, insieme alle altre terapie già consentite: “Molti dati clinici hanno confermato l’efficacia del trattamento orale tramite dimetilfumarato – ha detto Giancarlo Comi, direttore dell’Istituto di Neurologia Sperimentale dell’ospedale San Raffaele di Milano – esso riduce la progressione della disabilità, un importante risultato che ha un impatto notevole sulla storia della malattia e sulla qualità di vita dei pazienti, garantendo inoltre un buon profilo di sicurezza e tollerabilità del nuovo farmaco”.

Filippo Mammì

Sono giornalista professionista da due anni, ho 35 anni e sono di Reggio Calabria. Dopo un diploma in maturità classica e una laurea presso il DAMS dell'Unical (Università della Calabria) ho passato quasi dieci anni della mia vita a Roma, lavorando prima nel mondo del cinema (mansioni varie, niente di che!); in seguito, mi sono avvicinato al giornalismo (mia seconda passione dopo il cinema) frequentando il master di primo livello di Giornalismo presso la Lumsa, abilitativo all'esame da professionista presso l'ODG. Possiedo un blog su un sito locale e collaboro, oltre che con Cataniavera.it e Newspage.it, anche con Litalianews.it

Recent Posts

Dormi con un sonnambulo? Ecco cosa fare per non metterlo in pericolo ed aiutarlo

Cosa fare se scopri che dormi assieme ad una persona che soffre di sonnambulismo? Ecco…

5 mesi ago

Poco tempo e zero idee per cena? Questa ricetta è pronta in pochi minuti ed è anche light

Scopri una ricetta pronta in pochi minuti, semplice, leggera e deliziosa. Se ti manca il…

5 mesi ago

Carlo Conti, lo sgambetto inaspettato del collega: la sua reazione è epica

Carlo Conti ha rivelato un dettaglio inedito sulla propria carriera ed ha ammesso di aver…

5 mesi ago

Paolo Villaggio, dopo la sua morte spunta la clamorosa verità: ecco di cosa soffriva l’attore

Un attore che ha fatto la storia della commedia italiana e non solo: ora, dopo…

5 mesi ago

Risparmiare tanti soldi divertendosi: questa nuova idea fa innamorare tutti

Volete risparmiare davvero tanti soldi divertendovi? Ecco la nuova idea che farà innamorare davvero tutti:…

5 mesi ago

Se noti questo piccolo insetto in casa, non sottovalutarlo: la salute è in pericolo

In tutte le case può capitare che siano presenti insetti, ma la presenza di un…

5 mesi ago