Milano%3A+capitreno+aggrediti+con+machete.+Ricercati+sudamericani
cataniaverait
/2015/06/milano-capitreno-aggrediti-con-machete-ricercati-sudamericani/amp/

Milano: capitreno aggrediti con machete. Ricercati sudamericani

Published by
Filippo Mammì

Due sere fa si è consumato un drammatico episodio di violenza a bordo di un treno della compagnia Trenord, fermo alla stazione di Villapizzone, fuori Milano: due capitreno sono stati aggrediti e feriti a colpi di machete e sono stati immediatamente ricoverati all’ospedale Niguarda, entrambi in codice rosso. Uno dei due ha addirittura subito la subamputazione del braccio sinistro, ma, secondo il bollettino medico redatto ieri mattina, si è cercato in tutti i modi di fargli recuperare la funzionalità dell’arto reciso e sembra che, in futuro, potrà di nuovo muoverlo senza problemi. Il braccio è stato riattaccato e la prognosi verrà sciolta nei prossimi giorni; l’intervento chirurgico subito dal controllore 30enne si è concluso alle 6.30 di ieri mattina. Sul drammatico episodio sta ora indagando la Polizia, che sta cercando di ricostruire con esattezza la dinamica del ferimento. Secondo alcune testimonianze raccolte, gli aggressori sarebbero stati cinque o sei e tutti di nazionalità sudamericana; sembra che uno dei controllori, durante il consueto controllo dei biglietti, avesse chiesto il titolo di viaggio al gruppo che, essendone sprovvisto, ha ingaggiato una lite con l’uomo. Durante la lite, uno dei latinos, tutti sui 20 – 30 anni, ha estratto un machete dallo zaino che portava alle spalle ed ha colpito ripetutamente l’uomo al braccio, ferendo l’altro capotreno intervenuto per aiutare il collega. Poi, mentre il treno si è fermato a Villapizzone, il gruppo ha approfittato della confusione per scendere dal treno e fuggire. Ora sono attivamente ricercati dagli agenti, che li sospettano coinvolti in altri casi simili accaduti di recente, oltre ad essere una vera e propria gang, una delle tante, composte prevalentemente da sudamericani, che da tempo infestano le periferie milanesi.

Filippo Mammì

Sono giornalista professionista da due anni, ho 35 anni e sono di Reggio Calabria. Dopo un diploma in maturità classica e una laurea presso il DAMS dell'Unical (Università della Calabria) ho passato quasi dieci anni della mia vita a Roma, lavorando prima nel mondo del cinema (mansioni varie, niente di che!); in seguito, mi sono avvicinato al giornalismo (mia seconda passione dopo il cinema) frequentando il master di primo livello di Giornalismo presso la Lumsa, abilitativo all'esame da professionista presso l'ODG. Possiedo un blog su un sito locale e collaboro, oltre che con Cataniavera.it e Newspage.it, anche con Litalianews.it

Recent Posts

Dormi con un sonnambulo? Ecco cosa fare per non metterlo in pericolo ed aiutarlo

Cosa fare se scopri che dormi assieme ad una persona che soffre di sonnambulismo? Ecco…

6 mesi ago

Poco tempo e zero idee per cena? Questa ricetta è pronta in pochi minuti ed è anche light

Scopri una ricetta pronta in pochi minuti, semplice, leggera e deliziosa. Se ti manca il…

6 mesi ago

Carlo Conti, lo sgambetto inaspettato del collega: la sua reazione è epica

Carlo Conti ha rivelato un dettaglio inedito sulla propria carriera ed ha ammesso di aver…

6 mesi ago

Paolo Villaggio, dopo la sua morte spunta la clamorosa verità: ecco di cosa soffriva l’attore

Un attore che ha fatto la storia della commedia italiana e non solo: ora, dopo…

6 mesi ago

Risparmiare tanti soldi divertendosi: questa nuova idea fa innamorare tutti

Volete risparmiare davvero tanti soldi divertendovi? Ecco la nuova idea che farà innamorare davvero tutti:…

6 mesi ago

Se noti questo piccolo insetto in casa, non sottovalutarlo: la salute è in pericolo

In tutte le case può capitare che siano presenti insetti, ma la presenza di un…

6 mesi ago