Mirko La Rocca - 20 maggio 2011


Facebook: brevetto per il Tag

Facebook: brevetto per il Tag

CATANIA, 20 Maggio 2011 – Ebbene si! Il tanto usato e amato Tag su Facebook che ormai tutti usano, ha ottenuto il brevetto del “Tagging Digital Media” richiesto già qualche anno fa all’ufficio di competenza “United States Patent and Trademark Office”. Il brevetto è stato registrato insieme ai suoi autori: Mark Zuckerberg, Aaron Sitting (Product Architect) e Scott Marlette (ex ingegnere).

L’esigenza di brevettare il tag è venuto spontaneo visto che è piombato come slang comune di tutti i giorni. E’ normale sentirsi dire “Non mi taggare per favore” oppure “Ti taggherò domani” ed altre frasi comuni. Il fenomeno ha coinvolto davvero tutti, tanto che ci sono

Il sistema di tag è stato introdotto su Facebook nel 2006. Il brevetto si riferisce alla possibilità di selezionare un area specifica di un’immagine, video o area di testo e di collegarla ad uno dei contatti personali. È inoltre di pochi giorni fa l’introduzione del tag anche per marchi, prodotti e personaggi famosi, così a chi vorrà identificare quella popolare bevanda immortalata nella foto della festa basterà collegare l’immagine alla fan page della bibita con il tagging.

I tag sono solo una delle ultime vittorie ottenute da Facebook presso l’US Patent and Trademark Office. Recentemente, la società si era infatti aggiudicata un brevetto relativo alla possibilità di fare regali in un ambiente di social networking. L’invenzione è stata accreditata a Jared Morgenstern, product manager del team Facebook dedicato ai giochi.

Il brevetto, oltre all’aspetto economico, garantisce un discreto contorllo sulle altre piattaforme di social network, che da ora in poi dovranno stare attenti a qualunque forma di tag, che da oggi in poi è proprietà di Facebook.

Mirko La Rocca

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.