Tommaso Napoli - 19 febbraio 2012


Juventus-Catania 3-1, Montella: “poteva esserci un risultato diverso”

Juventus-Catania 3-1, Montella: poteva esserci un risultato diverso

Juventus-Catania 3-1, Montella: “poteva esserci un risultato diverso”

Vincenzo Montella parla all’indomani della sconfitta con la Juventus, il rammarico è quello che le cose potevano andare diversamente. Il Catania ha giocato sicuramente una grande partita, andare a Torino e fare un primo tempo da protagonista non è da tutti e questo il mister lo sa bene. Ecco cosa dichiara ai microfoni di Sky Sport 24: “Sicuramente quando giochi contro una squadra forte e con una grande mentalità come la Juventus non è facile. Noi abbiamo fatto una buona partita e c’è un po’ di amarezza per aver preso tre gol praticamente da palla da fermo o per errori nostri in difesa. Per come si era messa la partita poteva esserci un risultato diverso, perché abbiamo creato tanto, specialmente nel primo tempo, anche se non siamo riusciti a concretizzarle. Dobbiamo essere più maliziosi. Abbiamo tenuto testa alla Juve, che voleva fortemente il risultato, in casa loro cercando di fare sempre la partita”. Montella spiega come abbia cercato di bloccare Giaccherini: “Soffrivamo troppo in mezzo al campo e per questo ho cercato di arginare un po’ Giaccherini in quella zona inserendo un centrocampista in più. Se l’alternanza di portieri ci ha tolto qualcosa? Abbiamo cambiato tanti portieri per vari motivi. Andujar è andato via e ha giocato Campagnolo che era il nostro secondo portiere. Poi lui si è fatto male e ha giocato Kosicky facendo due buone prestazioni prima di questa sera”.

L’attaccante del Catania, Pablo Barrientos, autore del gol che ha portato in vantaggio gli etnei a Torino con la Juve, commenta il gol segnato: “Per me il tiro era difficile, ma sono felice di aver fatto gol al portiere più forte del mondo, ma avrei preferito che il Catania avesse fatto qualche punto. Il problema fisico non è grave, ma non riuscivo a giocare e per questo sono uscito ad inizio ripresa. Montella è un allenatore giovane, che ha un tatto speciale con noi e ci da grande tranquillità. Ci fa lavorare tanto, perché il calcio italiano richiede molto lavoro per rendere al meglio”.

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Padoin (16′ st Pepe), Marchisio, Pirlo, Giaccherini, De Ceglie (23′ st Vucinic); Borriello, Quagliarella. A disp.: Storari, Caceres, Del Piero, Lichtsteiner, Matri. All.: Conte.

Catania (4-3-3): Kosicky; Motta, Legrottaglie, Bellusci, Marchese; Izco, Lodi (15′ st Spolli), Almiron; Gomez (26′ st Seymour), Bergessio, Barrientos (5′ st Biagianti). A disp.: Carrizo, Ricchiuti, Ebagua, Cattelani. All.: Montella.

Marcatori: 4′ Barrientos (C), 22′ Pirlo (J), 29′ st Chiellini (J), 36′ st Quagliarella (J)

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.