Redazione - 3 luglio 2012


La Particella di Dio esiste: trovato il bosone di Higgs per 8 miliardi

La Particella di Dio esiste: trovato il bosone di Higgs per 8 miliardi

La Particella di Dio esiste: trovato il bosone di Higgs per 8 miliardi

Il bosone di Higgs, meglio conosciuto come ‘Particella di Dio’, ritenuto responsabile della massa di tutti i corpi esistenti, esiste. Da Ginevra e dagli Stati Uniti ne sono sicuri. A giorni l’annuncio ufficiale. Marco Napolitano, Ordinario di Fisica nucleare e subnucleare dell’Università Federico II di Napoli ha tenuto una conferenza per spiegare il tutto: “Mi aspetto che mercoledì venga data la notizia che c’è un risultato statisticamente significativo che indichi la scoperta di un bosone con una massa introno ai 125 GeV/cˆ2, una massa non molto alta, ma nel range di quelle aspettate“. La certezza dell’esistenza del bosone, che oscillerebbe fra il 99 e il 99,9 per cento, arriva dall’acceleratore di particelle Large Hadron Collider (Lhc), dopo 18 mesi di lavoro e 8 miliardi spesi: “L’evidenza statistica adesso è molto più pregnante, il significato statistico è molto migliorato. A dicembre si parlava di un certo segnale con una accuratezza statistica nell’ordine di un paio di deviazioni standard, che non è considerata accettabile in ambito scientifico per essere certi di trovarsi di fronte a una scoperta. Adesso da quel che so, si è raggiunta una accuratezza di 4-5 deviazioni standard, e la comunità scientifica ormai dà per certa la scoperta“. Marco Napolitano continua: “Gli apparati sono costruiti intorno alla regione di interazione dei fasci e riescono a vedere un gran numero di particelle cariche, oppure anche fotoni. Viene analizzato un gran numero di eventi alla ricerca di eventi di produzione del bosone, che una volta prodotto si può manifestare con diversi tipi di segnature sperimentali, e vengono analizzate quelle tracce nelle quali il bosone e’ atteso“. Conclude dichiarando che “esiste un costrutto teorico, chiamato Modello Standard delle interazioni fondamentali, in particolare elettrodeboli e forti, che e’ stato costruito a partire da certi principi. Questo Modello finora ha funzionato benissimo, ed e’ riuscito a spiegare una serie di osservazioni sperimentali che erano ben note“.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.