Redazione - 18 luglio 2012


Sara Tommasi vs. Valentina Nappi, lanciata la sfida a luci rosse

Sara Tommasi vs. Valentina Nappi, lanciata la sfida a luci rosse

Sara Tommasi vs. Valentina Nappi, lanciata la sfida a luci rosse

Sara Tommasi, con il suo film a luci rosse, sta attirando su di sé tutta l’attenzione che una volta veniva riservata alle pornostar. Una di queste Valentina Nappi, molto famosa per il suo blog “in punta di capezzolo”, non ci sta e lancia la sfida alla showgirl ex bocconiana. Alcuni giorni fa ha annunciato che il prossimo 29 luglio darà il via ad una gang bang a Roma, per girare un film a luci rosse. Ma cos’è una gang bang? Si tratta di un’orgia ma con una differenza: non sarà tutti contro tutti, ma tutti contro lei. Valentina, infatti sarà l’unica protagonista femminile in cui tutti approfitteranno di lei. Dalla serie “cosa non si fa per far parlar di sé”. A chi le chiede il motivo della scelta di una carriera nell’hard, ecco la risposta: “Perche’ ho scelto la carriera di attrice hard? Perche’ mi sono sentita eticamente in dovere di farlo. È cosi’ quando hai una vocazione: senti che devi! E piu’ la gente ti insulta, piu’ capisci che devi! Piu’ il tuo percorso ti sembra una Via Crucis, piu’ capisci che devi! E perche’ proprio io? Perche’ e’ una cosa che ti senti dentro, come quando davvero hai la vocazione dell’avvocato, del giardiniere, dello scrittore. Lo scrittore intuisce di avere qualcosa da dire con le parole, io ho intuito di avere qualcosa da dire col linguaggio pornografico. Si puo’ intuire male, e quindi fallire: ma e’ la vita! A priori non puoi sapere se sarai uno scrittore fallito, e, allo steso modo, non puoi sapere se fallirai nel porno”. “Ho seguito la mia vocazione, chi mi critica si è adattato a un lavoro che non ama. Quello dei film a luci rosse è un argomento complicato anche dal punto di vista filosofico. Il cinema hard mette in discussione l’essere, e quindi tutta la filosofia occidentale. Anche per questo oggi è accettato ma ghettizzato, separato dalle altre ‘materie’: vorrei vedere il mondo dell’ hard dialogare con pittura e architettura. E non è cosa oscena: cosa significa vendere il proprio corpo? Anche un muratore lo vende, così come un giornalista la scrittura. Insomma, qual è la differenza?”. Insomma la sfida a Sara Tommasi per rubare un po’ d’attenzione è stata lanciata, in attesa ovviamente di un altro eccesso della showgirl…

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.