Redazione - 22 ottobre 2012


Belen Rodriguez e Stefano De Martino: “Era il secondo tentativo di avere un bambino”

Belen Rodriguez e Stefano De Martino: "Era il secondo tentativo di avere un bambino"

Belen Rodriguez e Stefano De Martino: “Era il secondo tentativo di avere un bambino”

Belen Rodriguez e Stefano De Martino raccontano in esclusiva su ‘Chi’ tutte le fasi della loro voglia di avere un bambino fino al concretizzarsi del sogno. Un pomeriggio in Toscana: “Era il nostro secondo tentativo – dichiara Belen – di avere un bambino. In realtà già lo scorso giugno ci avevamo provato, ma nulla. In me cresceva la paura. Venivo da una gravidanza interrotta con Fabrizio. Pensavo: “Belu non sei in grado di avere un figlio” Invece quel pomeriggio dopo aver fatto il test da sola, in bagno, esco dalla stanza e urlo come una matta: “Amore, sono incinta!”. Poi forse sono svenuta sul letto. Non mi ricordo. Mia sorella Cecilia era lì ed ha cominciato a piangere insieme con noi. Poi ho chiamato mio padre Gustavo, che adora Stefano perché entrambi sono artisti, pazzi, ma di sani principi: era al settimo cielo”. Stefano: “Mia moglie – è questo il modo in cui il ballerino chiama la showgirl – aveva un ritardo e continuava a chiedermi di andare a comprare il test di gravidanza. Così, dopo aver fatto colazione, ho scelto una piccola farmacia di paese. Mi sono messo un cappello, grandi occhiali da sole e sono uscito. Ho comprato il test e sulla via del ritorno ho comprato un mazzo di fiori da far recapitare in hotel verso l’ora di pranzo. Sono arrivati esattamente dopo pochi minuti dalla lieta notizia. E’ stato fantastico. Alla mia famiglia l’ho detto via Skype. Li ho riuniti davanti al computer, ridevo e li guardavo. Mia madre continuavo a ripetere: “Oddio che succede?”. Quando le ho risposto: “Diventi nonna”, è scoppiata a piangere. Da quel momento tutte le sere che mi collego al computer insieme con Belen per salutare la mia famiglia, mio padre passa davanti alla webcam con un cuscino sotto la pancia e finge di essere in dolce attesa. Siamo tutti matti. Ma felici”.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.