Redazione - 28 giugno 2013


Anonymous attacca Casaleggio: “State diventando il cancro che volevate eliminare”

Anonymous attacca Casaleggio: "State diventando il cancro che volevate eliminare"

Anonymous attacca Casaleggio: “State diventando il cancro che volevate eliminare”

Il sito di Casaleggio è stato hackerato dagli attivisti Anonymous. Il movito? Secondo gli hacker più famosi del mondo, il guro del Movimento 5 Stelle sarebbe colpevole insieme a Beppe Grillo di non aver fatto ciò che si erano ripromessi di fare, ovvero eliminare il cancro presente nella politica. Ecco il messaggio rilasciato dagli hacker: “Ciao Beppone, Casaleggio e carissimo SysAdmin, a quanto pare il caveau non era blindato abbastanza e un pirata avido e sanguinario ha fatto irruzione! Saccheggi e scorribande, ecco ciò che un pirata apprezza di più! Non preoccupatevi eccessivamente però, questo particolare pirata non è alla ricerca di tesori e ricchezze… but just for some fuckin’ lulz! Per rallegrare questi giorni di lavoro, abbiamo deciso di fare una visita al vostro guru informatico. Il sommo esperto di comunicazione nonché eminenza grigia e burattinaio supremo, aka Mr. Gianroberto Casaleggio. Sareste estremamente più popolari e benvoluti se la smetteste di dedicarvi unicamente a faide interne e a decidere chi è la persona non grata della settimana. State diventando il cancro che vi eravate ripromessi di eliminare”. “Siamo venuti a ricordarvi – continuano gli attivisti di Anonymous – che c’è sempre qualcuno che osserva il vostro operato. Non come i pagliacci degli hacker del Pd, che saranno stati molto probabilmente vostri ex colleghi non proprio soddisfatti del trattamento ricevuto. We’re the real deal! 😉 Come è solito dire Beppe: La rete! Voi la rete non la meritate, incapaci. Le maschere di Anon a voi servirebbero non per garantire l’anonimato ma per nascondervi dalla vergogna. Le votazioni ed elezioni in rete, il megafono per tutti, il medium democratico per eccellenza, Quirinarie, il futuro è la rete e vi fate pwnare così?”.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.