Tommaso Napoli - 23 agosto 2013


Beppe Grillo blog, post 23 agosto 2013: “Monopoli senza prigione”

Beppe Grillo blog, post 23 agosto 2013: “Monopoli senza prigione”

Beppe Grillo blog, post 23 agosto 2013: “Monopoli senza prigione”

23 agosto 2013: pubblicato un nuovo intervento da Beppe Grillo sul suo blog beppegrillo.it. Il post dal titolo “Monopoli senza prigione” ha ricevuto in poche ore più di cento commenti. Di seguito l’intervento integrale del leader del Movimento 5 Stelle. “Il pdmenoelle – dichiara l’ex comico – si interessa da sempre di giochi di società. Proprietà immobiliari, banche, assicurazioni, imprese pubbliche come le Ferrovie e le Aziende del Gas o dell’Elettricità sono il suo pane quotidiano, da Penati al Monte dei Paschi di Siena. Giocatori professionisti. Nessuno può mettere in discussione l’esperienza accumulata dai post-democristicomunisti dal dopoguerra. Per i monopoli hanno un talento naturale. Quindi, forti di questa autorità, hanno scritto all’ambasciatore degli Stati Uniti per chiedere conto dei cambiamenti nel gioco del Monopoli. I deputati del pdmenoelle Michele Anzaldi, Marina Berlinghieri, Matteo Biffoni, Luigi Bobba, Lorenza Bonaccorsi, Federico Gelli ed Ernesto Magorno non le hanno mandate a dire:“In questi giorni, e contraddicendo la chiave etica del presidente Obama, l’azienda statunitense Hasbro starebbe per lanciare la nuova versione dello storico gioco da tavolo Monopoly. Stavolta però le tradizionali proprietà immobiliari sono sostituite da pacchetti azionari di grandi multinazionali. Si passa dall’acquisto di immobili alla speculazione in Borsa e inoltre, novità decisamente preoccupante, sarebbe stata abolita la casella della prigione”. “Mentre la Casa Bianca pone l’accento contro le frodi dei titoli e gli abusi degli strumenti finanziari, il Monopoly, gioco che da generazioni alfabetizza i giovani sui meccanismi del libero mercato, torna ad esaltare la turbo economia che ha aperto la crisi finanziaria 2008, con il messaggio diseducativo che, in caso di violazione delle regole, non si viene puniti”, i deputati avrebbero chiesto all’ambasciatore di “valutare eventuali provvedimenti delle autorità competenti o comunque una posizione critica sul nuovo Monopoly, gioco distribuito in tutto il mondo e quindi anche in Italia”. Beh, i pdimenoellini non hanno tutti i torti, come si può eliminare la casella della prigione senza consultarli? Loro che hanno votato l’indulto, l’eliminazione del falso in bilancio, le prescrizioni di ogni forma e colore”. “Senza il pdmenoelle le carceri italiane strariperebbero di politici e colletti bianchi. D’Alema è un esperto di levatura internazionale. Perchè l’Hasbro non lo ha interpellato? Gli avrebbe offerto una consulenza gratis. Al posto della Prigione, a scelta, la Grazia, l’Impunità, l’Agibilità Politica, l’Immunità, la Prescrizione, la Cancellazione del reato, il Ricorso alla Corte Costituzionale, il Vizio di Forma, la Clemenza. E’ il Monopoli all’italiana. Prima regola del gioco: Il politico in Prigione non ci finisce mai”.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.