Redazione - 29 settembre 2013


Alessandra Amoroso presenta il nuovo album e dichiara di volere un figlio

Alessandra Amoroso presenta il nuovo album e dichiara di volere un figlio

Alessandra Amoroso presenta il nuovo album e dichiara di volere un figlio

Alessandra Amoroso ha presentato lo scorso 24 settembre il nuovo album “Amore Puro”, primo disco in collaborazione con Tiziano Ferro. E intanto si gode il primo posto su iTunes con il singolo omonimo. Ma nell’ultima intervista, rilasciata al settimanale ‘Grazia’ la cantante ha parlato anche del rapporto con il fidanzato e assistente, Luca, conosciuto a 16anni: “Ho capito che bisogna trovare un punto di incontro. In amore non vale la regola ‘io sono così: se ti sta bene rimani, sennò ciao’. In una storia non puoi ragionare in questo modo, è egoistico. Voglio rivivere quello che ha vissuto mia nonna. Vede il tatuaggio sul braccio? È il simbolo di quello che voglio dalla vita: ci sono io, il mio uomo, il mio cane, la mia casa, il sole del Salento e dal comignolo non esce fumo, ma dei cuori”. “Io l’amore l’ho scoperto tardi: con i ragazzi, piuttosto che flirtarci insieme, preferivo colpirli con dei calcioni giocando a pallone. Sono un po’ un maschiaccio… Ho conosciuto il mio attuale fidanzato Luca nel 2003, a dei giochi estivi. Io avevo 16 anni, lui era un ragazzino sgamato e ci ha saputo fare. Ricordo che ero dimagrita tantissimo, non perché fossi grassa, ma perché ero così innamorata che a mangiare non ci pensavo nemmeno, mi nutrivo di lui. Ma non ci siamo persi, perché abbiamo la stessa compagnia di amici. E ci vedevamo quasi ogni giorno, ho conosciuto tutte le sue fidanzate e lui i miei fidanzati. E alla fine siamo tornati insieme”. “Matrimonio? Ne parliamo ma è ancora presto per decidere una data. Devo aspettare un periodo meno incasinato e di aver raggiunto un po’ più di equilibrio interiore. E poi, voglio avere almeno un figlio. Ce l’ho nel dna: salentina uguale cuoca, uguale mamma. È quello che mi hanno insegnato i miei, a prendermi cura del mio uomo, della mia casa”.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.