Tommaso Napoli - 26 febbraio 2014


Movimento 5 Stelle querela Laura Boldrini per diffamazione

Movimento 5 Stelle querela Laura Boldrini per diffamazione

Movimento 5 Stelle querela Laura Boldrini per diffamazione

La portavoce della notizia è la deputata Roberta Lombardi (M5S) che ieri attraverso un comunicato ha fatto sapere che il Movimento 5 Stelle ha deciso di querelare ufficialmente Laura Boldrini per le famose dichiarazioni alla trasmissione ‘Che tempo che fa‘ in cui la Presidente della Camera dei Deputati definiva “potenziali stupratori” i commentatori del blog ufficiale di Beppe Grillo, beppegrillo.it, in seguito ai pesanti commenti sul post che la riguardava in prima persona dal titolo “Cosa faresti in macchina con Laura?”. “Commenti tutti a sfondo sessista – dichiarava la Boldrini alla trasmissione di Fabio Fazio – vuol dire che chi partecipa al quel blog non vuole il confronto ma offendere e umiliare. Sono potenziali stupratori”, mentre all’Arena di Massimo Giletti parlando dei deputati e senatori del Movimento affermava di aver visto “tanta rabbia e odio invece che la voglia di confrontarsi. Queste cose si sono viste solo in dittatura e deve far riflettere tutti. Il loro un attacco eversivo contro le istituzioni che deve essere respinto da tutte le forze democratiche”. Ecco invece le parole della Lombardi: “Eversivi. Potenziali stupratori. E’ possibile che la terza carica dello Stato si esprima con questo linguaggio, e lanci simili pesantissime accuse, nei confronti della prima forza politica del Paese e della principale opposizione? E’ possibile che faccia questo durante un’intervista televisiva? Gli italiani sono ormai abituati a qualunque sconcezza, e un simile atteggiamento passa ormai quasi inosservato. Specialmente se la stampa non se ne accorge, o finge che tutto sia normale. Oggi ho presentato a nome del M5S una denuncia di querela per diffamazione nei confronti della Presidente Boldrini. E’ ora di riportare un po’ di normalità in questo Paese e in questa informazione”.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.