Tommaso Napoli - 5 marzo 2014


Siti di Streaming: chiusi Piratestreaming, Filmxtutti e altri 44

Siti di Streaming: chiusi Piratestreaming, Filmxtutti e altri 44

Siti di Streaming: chiusi Piratestreaming, Filmxtutti e altri 44

La Guardia di Finanza ha deciso di chiudere, attraverso una mega operazione, quarantasei siti per download e streaming illegale. Tra i film e telefilm disponibili vi era anche il film fresco di Oscar Usa, “La grande Bellezza” di Paolo Sorrentino. A tutti i siti chiusi, la guardia di finanza ha dato la seguente motivazione: “violazione della normativa del diritto d’autore su migliaia di serie televisive e film, alcuni in prima visione assoluta, anche di produzione italiana”. ‘Filmxtutti.org’, ‘Eurostreaming.org’, ‘Piratestreaming.tv’, ‘Filmstreamita.tv’ e ‘Casacinemaz.net’ sono solo alcuni dei siti a cui sono stati messi i sigilli. Il colonnello Marco DeFila, ha spiegato che “rispetto ad altre operazioni analoghe è in atto un approfondimento per verificare se l’esposizione dei banner pubblicitari, che riguardano primari marchi nazionali e internazionali, abbia carattere lecito o illecito, all’insaputa e a danno delle stesse marche, con sistemi diffusi come specchietto per le allodole in modo da attirare utenti sui siti”. La Guardia di Finanza, attraverso una nota ufficiale, ha voluto precisare che “la pirateria in Italia determina ingenti danni economici per svariate centinaia di milioni di euro all’anno”. Il generale Gennaro Vecchione e il responsabile del Nucleo Speciale, Paolo Occhipinti hanno dichiarato: “Non solo, le conseguenze si riversano anche sul versante occupazionale. Solo nell’ultimo triennio sono stati oltre 22 mila i posti di lavoro persi in vari settori del circuito cinematografico”. Chiunque provasse in questo momento di collegarsi ai siti elencati sopra e a tutti gli altri chiusi, verrà indirizzato ad una pagina che avvertenze per l’utente di “sequestro operato dalla Guardia di Finanza per violazione all’art. 171-ter comma II lettera a) bis della Legge 22/04/1941 n. 633”.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.