Filippo Mammì - 24 luglio 2014


Tragedie in volo, due aerei si schiantano a Taiwan e in Niger

Tragedie in volo, due aerei si schiantano a Taiwan e in Niger

Tragedie in volo, due aerei si schiantano a Taiwan e in Niger

Neppure il tempo di riprendersi dopo la strage dell’aereo malese abbattuto da un razzo nei cieli dell’Ucraina, che ecco che altre due tragedie tornano a funestare la sicurezza in volo.  Tutti e due durante la notte e a svariati chilometri di distanza. Il primo è un aereo della compagnia statale algerina Air Algeria, che ha reso noto, con un comunicato, di aver perso i contatti con uno dei suoi aerei 50 minuti dopo il decollo; sarebbe il volo AH5017, partito alle 3.17 dalla capitale del Burkina Faso, Ouagadougou, ed il cui arrivo era previsto alle 7.10 ad Algeri. Ufficialmente sarebbe solo scomparso dopo aver deviato sul territorio del Mali a causa delle pessime condizioni atmosferiche, ma la tv algerina Ennahar sostiene che l’aereo si sia schiantato nel Niger dopo aver sorvolato Niamey per evitare la collisione con un altro volo. A bordo c’erano 116 persone, 110 passeggeri e sei membri dell’equipaggio: “Stiamo cercando nuove informazioni e, a mano a mano che le otterremo, rilasceremo nuovi comunicati” ha fatto sapere la compagnia aerea spagnola Swiftair, che gestiva l’aereo scomparso.

A Taiwan, invece, l’aereo GE222 della TransAsia, che stava portando in vacanza decine di turisti verso la località di Penghu, si è schiantato mentre sull’isola imperversava un tifone; il bilancio è di 51 morti e quattro feriti su 54 passeggeri. Il pilota aveva anche tentato un atterraggio di emergenza, ma non c’è stato nulla da fare. L’aereo era partito da Kaohsiung, nel sud dell’isola, nella tarda serata di ieri dopo il rinvio a causa del tifone Matmo, che stava attraversando Taiwan per dirigersi poi verso la Cina, e dopo che già 24 voli erano stati annullati per il maltempo. Quando si è reso conto della gravità del pericolo, il pilota ha fallito un primo tentativo di atterraggio, poi ha chiesto una seconda volta il permesso di atterrare, ma le comunicazioni con le torri di controllo si sono interrotte prima di ottenere una risposta. Poi lo schianto. La carcassa dell’aereo è stata ritrovata nei pressi del villaggio di Xicun. La ha fatto sapere di essersi attivata per verificare se ci siano italiani tra le vittime.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.