Tommaso Napoli - 17 dicembre 2014


Andrea Loris, a breve il nulla osta per la restituzione della salma

Andrea Loris, a breve il nulla osta per la restituzione della salma

A diciotto giorni dalla morte del piccolo Andrea Loris Stival, il corpo del bimbo potrebbe a breve essere consegnato ai familiari per celebrare i funerali. Il nulla osta del procuratore è atteso per oggi. Intanto la mamma di Loris è ancora agli arresti nella casa circondariale di Piazza Lanza a Catania. Le accuse a suo carico sono sempre le stesse: omicidio volontario ed occultamento di cadavere del figlio, trovato senza vita il pomeriggio del 29 novembre scorso, nelle campagne di Santa Croce Camerina in un canalone vicino il Mulino Vecchio. Marito e moglie ovvero, madre e padre del povero Loris, si parlano al momento solo attraverso i loro legali che nella giornata di ieri hanno rilasciato rispettivamente interviste alla stampa.

«Chiede di essere lasciato tranquillo»
Daniele Scrofani Cancellieri, legale di Davide Stival, padre di Loris, riferisce ai giornalisti che il suo assistito vuole essere lasciato tranquillo e aspetta solo di poter dare l’ultimo saluto al suo bambino: «Davide aspetta in questo momento solo il funerale e anzi fa un appello nel quale chiede di essere lasciato tranquillo sia in questo momento che nel momento del saluto al figlio e per il resto vede ovviamente le immagini che non corrispondono a quello che ha detto la moglie. D’altro canto c’è un oggettivo contrasto con la sua esperienza diretta con i dieci anni passati insieme alla moglie e non ha lasciato intravedere un segno che potesse portare a quello che poi sembra essere accaduto».

«Un’uomo confuso e un padre addolorato»
Questa la sintesi delle parole dell’avvocato di Veronica Panarello, Francesco Villardita: «Io penso che Davide – dichiara il legale della Panarello – che è una persona molto dignitosa, sia molto confuso per quello che ha visto e che non ha visto. Lui avrà visto solo la parte accusatoria e non quella della difesa, soppesando dunque solo gli indizi contro e non a favore. D’altra parte è comprensibile, è un’uomo confuso e un padre addolorato e dunque è comprensibile che sia così».

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.