Filippo Mammì - 23 febbraio 2015


Le donne tradiscono? Tutta colpa di una propensione genetica

Le donne tradiscono? Tutta colpa di una propensione genetica

Se una donna tradisce, a quanto pare non è questione di etica o frustrazione, ma di “gene specifico”; lo afferma uno studio dell’università del Queensland, Australia, che collega il tradimento al femminile con una forma genetica. I ricercatori australiani hanno condotto la ricerca prendendo in esame un campione di 7mila donne ed hanno appurato una variante genetica in quelle che avevano ammesso di aver avuto esperienze extra coniugali; i risultati sono apparsi su “Evolution & Human Behavior” ed evidenziano il ruolo del gene AVPR1a, che è presente in duplice copia in ognuno di noi, maschi e femmine. Sarebbero proprio le sue combinazioni alla base del comportamento sessuale dei soggetti femminili: ad influenzare le probabili propensioni al tradimento di alcune donne non ci sarebbero quindi convinzioni etiche o moralità superficiali, ma un gene. Chiaramente, i ricercatori hanno dichiarato che il tradimento può essere consumato anche da chi non presenti alcune anomalie del gene, ma è pur vero che la presenza di AVPR1a aumenti le possibilità di scappatelle. Questa particolarità, inoltre, si trasmette da madre a figlia, come confermato anche da un altro studio precedente, effettuato nella stessa università, da un equipe guidata dal dott. Brendan Zietsch, il quale aveva evidenziato come nel 63 % dei tradimenti maschili e nel 40 % di quelli femminili ci sia sempre un collegamento con questa condizione genetica. Per giungere a queste conclusioni, sono stati esaminati 7.300 gemelli di età compresa tra i 18 e i 49 anni, che avevano relazioni di lunga data; il 9,8 % degli uomini e il 6,4 % delle donne hanno ammesso di aver avuto due o più partner nell’anno precedente. Mettendo a confronto i gemelli omozigoti ed eterozigoti, gli scienziati hanno successivamente analizzato la maniera in cui le differenze di comportamento siano legate al corredo genetico: “Il nostro studio dimostra chiaramente che l’assetto genetico delle persone influenza la misura in cui sono inclini ad avere rapporti sessuali esterni alla relazione cosiddetta “ufficiale”” ha concluso Zietsch.

Leggi anche:

1 Commento pubblicato. Vuoi partecipare alla discussione? Invia il tuo commento!

  1. Peppo Pig 23 febbraio 2015 at 23:56 -

    Tutta colpa del gene TR01A

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.