Filippo Mammì - 25 febbraio 2015


Maltempo, tragedia a Ischia: morto un uomo travolto da una frana

Maltempo, tragedia a Ischia: morto un uomo travolto da una frana

Il maltempo di queste ore che sta imperversando nel Centro – Sud ha purtroppo causato una vittima: si tratta di un ristoratore di 48 anni, Giuseppe Iallonardo di Barano d’Ischia (Na), travolto da una frana improvvisa avvenuta in località Olmitello – Maronti. L’uomo si trovava in quel momento nell’area perchè stava verificando gli eventuali danni provocati dalla pioggia al suo ristorante e alla sua abitazione. La dinamica dei fatti al momento non è ancora chiara, come non è chiaro se lo smottamento sia stato causato dalla pioggia che da due giorni sta martoriando l’isola del Golfo di Napoli e che ieri mattina aveva già causato un’altra frana sulla statale 270 tra i comuni di Barano e Serrara Fontana. Infatti, sono giorni che si stanno susseguendo crolli di massi e di terreno lungo la strada a causa delle continue piogge, tanto che l’isola d’Ischia è tagliata in due per la chiusura della strada provinciale di collegamento tra i due comuni; la Polizia Municipale di Barano ha interdetto il traffico sulla strada per il rischio di frane. Intanto, la perturbazione atlantica che sta da ore portando condizioni di maltempo su tutto il centro – sud, nelle prossime ore comporterà ancora temporali e nevicate sulle regioni centrali e meridionali: il dipartimento della protezione civile ha emesso una nuova allerta meteo che prevede il persistere di pioggie e temporali, localmente anche molto intensi ed accompagnati da fulmini e forti raffiche di vento, su Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. Su Abruzzo e Molise sono previste nevicate a quota mediamente sopra gli 800 metri, mentre per le pianure dell’Emilia Romagna, il litorale adriatico abruzzese, i settori meridionali delle Marche, l’entroterra dell’Abruzzo e i versanti ionici e meridionali di Sicilia e Calabria è prevista la criticità “arancione” per rischio idraulico e rischio idrogeologico.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.