Filippo Mammì - 24 febbraio 2015


Tosi vs. Salvini: “La Lega non mi paga, prendo lo stipendio da sindaco”

Tosi vs. Salvini: "La Lega non mi paga, prendo lo stipendio da sindaco"

“La Lega Nord non mi ha mai pagato, vivo unicamente del mio stipendio di sindaco”. E’ la dura risposta del primo cittadino leghista di Verona Flavio Tosi, che ha voluto replicare al segretario della Lega Matteo Salvini, il quale, in un’intervista rilasciata al “Corriere della Sera”, aveva accusato Tosi di aver mancato di rispetto ai militanti del Carroccio disertando la manifestazione contro il governo Renzi, prevista a Roma il prossimo 28 febbraio. Le parole di Salvini erano state: “Non è bello che un dirigente pagato dica che non sa se verrà. Per rispetto, devi venire alla manifestazione”. “Ho già detto – ha replicato Tosi – che la mia presenza alla manifestazione della Lega dipenderà dai miei impegni di primo cittadino; durante il 28 febbraio sono previsti a Verona una serie di eventi importanti, soprattutto fieristici, e quindi bisogna valutare se riuscirò a conciliare la mia attività di sindaco, che resta il mio primo impegno, con il programma della manifestazione. In ogni caso, sono sempre andato a tutte le manifestazioni del partito, non credo che questa del 28 febbraio sia quella determinante”. Dopo aver accarezzato la possibilità di una sua candidatura alle elezioni regionali in Veneto, anche se i vertici della Lega sostengono apertamente una ricandidatura dell’attuale governatore Luca Zaia, Tosi non si è risparmiato le frecciate contro la dirigenza milanese del Carroccio e le sue presunte ingerenze sugli affari della Liga Veneta, prendendo le distanze dalla sede istituzionale di via Bellerio. Proprio contro Salvini Tosi ha mirato la frecciata più risentita: “Con Salvini ci sono sicuramente delle distanze, in politica certe distanze o si riescono a colmare oppure no. Tutti vogliono vincere in Veneto, ma ci vogliono linearità, coerenza e rispetto per le persone. Ci sono molte situazioni che si sovrappongono – ha aggiunto Tosi – come le ingerenze milanesi sulla Liga Veneta, sia indirettamente che in via diretta”.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.