Valentina Giannettoni - 9 maggio 2015


Europa League molto amara per Napoli e Fiorentina

Europa League molto amara per Napoli e Fiorentina

Si complica il cammino verso Varsavia per Napoli e Fiorentina. La squadra viola certamente ha una situazione più complessa rispetto ai napoletani di Benitez; gli uomini di Vincenzo Montella hanno perso ieri sera per 3-0 con il Siviglia compromettendo la qualificazione alla finale di Varsavia. Esiste una flebile speranza, ma i viola dovrebbero segnare nella gara di ritorno 4 reti e non subire nemmeno un gol, difficile ma non impossibile. Il Napoli spreca l’impossibile e viene beffato da Seleznyov che segna in fuorigioco nettissimo, ma il direttore di gara convalida. A Siviglia si parte forti, per un quarto d’ora la partita rimane equilibrata. L’unico degno di nota è Joaquin che più volte manda in crisi la difesa andalusa. Proprio una palla di Joaquin confeziona un’occasione ghiotta per Gomez, che spara alto a portiere praticamente battuto. Il Siviglia va in avanti con tutto l’organico senza però creare particolari problemi, fino a quando Vidal rompe gli schemi e piazza il gol dell’1-0. La difesa viola è troppo bassa e non accenna una reazione.

Dopo il gol degli andalusi, altra occasione della Fiorentina sempre con Joaquin, ma Mati Fernadez si divora il pareggio a 10 cm dalla porta mandandola fuori. Dopo dieci minuti, ancora i viola vicini al pareggio con Salah, che si vede parare sotto porta il gol del pareggio. Si va a riposo con il vantaggio per il Siviglia. Nella ripresa Vidal brucia Neto e segna il 2-0, colpevole in questa azione la palla persa da Badelj che manda in porta il giocatore spagnolo. Poi la squadra toscana cade in una sorta di trance psicologica e non riesce a riprendersi. Trémoulinas se ne va senza essere marcato da nessuno e trova al centro ancora Vidal, che trova il subentrato Gameiro libero e segna il 3-0.

Per il prossimo turno, duole dirlo, il Siviglia è padrone del proprio destino. Il Dnipro sa che è dura giocare a Napoli, la partita è una sorta di trincea che vede i partenopei sprecare l’impossibile. Si capisce subito che questa partita verrà sbloccata soltanto grazie ad un episodio. Nel secondo tempo, sul calcio d’angolo arriva il vantaggio di David Lopez che segna con un bel colpo di testa. Dopo cinque minuti Higuain ha l’occasione di segnare la seconda rete, ma trova la bella parata del portiere ucraino. Si vede solo una squadra in campo e nei minuti finali Seleznyov beffa il Napoli. Al ritorno servirà cinismo e cattiveria sotto porta per entrambe le italiane.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.