Filippo Mammì - 30 giugno 2015


Il ritorno dei Goblin con la benedizione di Giacomo Anselmi

Il ritorno dei Goblin con la benedizione di Giacomo Anselmi

Grande fermento tra gli appassionati di musica per il gran ritorno dei Goblin, la mitica band che con il suo stile ha contribuito notevolmente al successo del cinema di Dario Argento: ieri è uscito l’album “Goblin Rebirth”, un nuovo lavoro che vede la partecipazione della new entry Giacomo Anselmi, virtuoso della chitarra. Il lancio del cd è stato mondiale: dopo un primo assaggio in Germania, ieri l’album è uscito negli Stati Uniti, in Inghilterra e nel resto del globo. Oltre ad Anselmi, il gruppo si avvale della collaborazione dei vecchi componenti degli anni ’70, come Agostino Marangolo alla batteria e Fabio Pignatelli al basso, più Aidan Zammit e Danilo Cherni alle tastiere. Per Anselmi, entrare a far parte dei Goblin è un’emozione fortissima: “Fa un certo effetto essere in questa formazione ed è emozionante entrare in contatto con ambienti specializzati come Terrorizer e Rock hard” ha dichiarato. I fan dello storico gruppo non resteranno delusi, la qualità è quella di sempre, otto brani pieni di tradizione, ma anche di innovazione: “I suoni vanno verso il progressive moderno – ha spiegato Anselmi – genere che ha sempre contraddistinto i Goblin, mentre i brani virano più verso la canzone che la colonna sonora”.

Le prime recensioni dell’album sono state buone, ma, ha precisato Anselmi, si tratta di un lavoro che richiede un attento ascolto per poter essere apprezzato. Con la pubblicazione del cd del ritorno in scena, si fanno sempre più insistenti le voci che vorrebbero un ritorno dei Goblin anche sul palcoscenico, magari con una tournée. E pare che alcune date siano state già decise: forse il gruppo suonerà ad Halloween negli Stati Uniti e a fine marzo 2016 in Giappone. Ma ancora non ci sono state conferme.

Leggi anche:

Scrivi la tua opinione

You must be logged in to post a comment.