Redazione - 18 luglio 2016


Roma, stupro 16enne. Salvini: “Castrazione chimica, poi in galera nel loro paese”

«Studentessa di 16 anni denuncia di essere stata stuprata in un parco a Roma da due immigrati già segnalati per aggressione ad altra ragazza». «Castrazione chimica e poi in galera al loro paese». E’ questo il commento del leader della Lega Nord in merito alla violenza denunciata da una sedicenne a Roma

Roma, stupro 16enne. Salvini: "Castrazione chimica, poi in galera nel loro paese"

Una ragazza di sedici anni ha denunciato di essere stata violentata a Roma da due immigrati nel parco di Villa Ada. Sulla vicenda è intervenuto il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, che attraverso la sua pagina Facebook ha duramente attaccato il governo e la presidente della Camera Laura Boldrini. «Studentessa di 16 anni – scrive Salvini – denuncia di essere stata stuprata in un parco a Roma da due immigrati, già segnalati per aggressione ad altra ragazza. Quanto ci metteranno i politici al governo a svegliarsi? Che dice la signora Boldrini? Castrazione chimica e poi in galera al loro paese».

A commentare lo stupro denunciato, anche il capogruppo della Lega Nord al Senato Marco Centinaio, che ha dichiarato: «Si calendarizzi subito la nostra proposta di legge sulla castrazione chimica. È ora che questo Paese scelga di stare dalla parte di chi subisce abusi punendo una volta per tutte gli stupratori. La ragazzina sedicenne di Roma, stuprata da due immigrati già segnalati, deve ottenere giustizia, questi criminali devono pagare. Le solone del buonismo alla Boldrini, oggi dove sono? Il governo si svegli e cominci a tutelare i cittadini dai delinquenti».

Leggi anche: